A Città del Messico, una gara ad alta carica innovativa

Pubblicato mercoledì, 7 marzo 2018

La quinta tappa del calendario del campionato elettrico è all’insegna della straordinarietà. E non solo per le sorprese sul podio.

Lo è per la posizione dell'autodromo Hermanos Rodriguez, che si trova ad una altitudine di più di duemila metri di quota: un circuito interessante e unico, composto da diciassette curve e rettilinei funzionali a sorpassi al limite.

Lo è per tutte le novità tecnologiche che abbiamo potuto apprezzare e che Enel ha progettato per il campionato e per il futuro dell'energia e della mobilità. Lo è per un’attenzione all’ambiente ancora più spinta e condivisa.

La tappa messicana si conferma tra l’altro come uno degli appuntamenti più importanti per Enel, Official Power Partner della Formula E per il secondo anno consecutivo.

“Siamo orgogliosi di unire le nostre forze, ancora una volta, con il team FIA Formula E, contribuendo con la nostra esperienza nelle tecnologie energetiche intelligenti ed ecocompatibili. La rivoluzione dell'energia verde che abbiamo intrapreso, oltre a continuare a farsi strada nel campo dell'innovazione tecnologica, ha reso l’autodromo messicano un modello di circuito sostenibile a livello globale.”

– Paolo Romanacci - country manager di Enel per il Messico e Centro America

In occasione del campionato elettrico, Enel ha allestito una microgrid di elettricità prodotta da fonti rinnovabili attraverso innovativi generatori di glicerina e pannelli solari installati nel circuito. Il cuore della rete è l’Energy Management System, il software avanzato che consente di ottimizzare la gestione dei consumi e di seguirne il flusso in tempo reale, via tablet o smartphone.

“Tutte queste soluzioni ad alta tecnologia consentono il monitoraggio e un’ottimale gestione del consumo di energia durante la gara, aumentando la sua efficienza e contribuendo a posizionare la FE come un evento di riferimento globale nella sostenibilità.”

Un bel biglietto da visita per chi come noi crede nella sostenibilità e nel macro trend della e-mobility. Due driver la cui piena attuazione passa dallo sviluppo tecnologico nel rispetto dell'ambiente.

L’E-Prix messicano consolida la presenza di Enel Green Power come promotore di uno sviluppo sostenibile. Attualmente siamo il più grande operatore di energia rinnovabile in Messico, sia in termini di capacità installata che di portafoglio di impianti. Gestiamo 728 MW, di cui 675 MW da fonte eolica e 53 MW idroelettrica. E continueremo ad accrescere la produzione di energia verde grazie ai nuovi impianti in costruzione: Villanueva (754 MW) di imminente inaugurazione che è il più grande parco fotovoltaico in costruzione nelle Americhe e il più grande impianto solare di Enel a livello globale e il parco eolico Amistad (200 MW), entrambi nello stato di Coahuila. A questi si aggiungeranno l’impianto fotovoltaico Don José (238 MW) nello stato di Guanajuato e il parco eolico Salitrillos da 93 MW nello stato di Tamaulipas.

L’appuntamento con la prossima tappa dell’E-Prix sarà il 17 marzo a Punta del Este, in Uruguay, e poi l'imperdibile appuntamento di Roma del 14 aprile, quando anche l'Italia aprirà le porte al mondiale delle monoposto 100% elettriche.