Il Sudafrica celebra la Giornata nazionale della donna

Pubblicato Venerdì, 11 agosto 2017

“Il National Women's Day fu istituito nel 1994, dopo la vittoria delle elezioni da parte di Nelson Mandela e dell'African National Congress che pose fine al regime dell'apartheid.”

Nel 1945 non esistevano donne ingegnere in Sudafrica. Solo nel XXI secolo sono stati fatti passi da gigante in tal senso, ma nel settore esiste ancora una evidente disparità. Questa è una sfida che Enel Green Power South Africa (EGP RSA) affronta con grande impegno fin dal giorno della sua nascita, portando avanti attività ed iniziative volte a colmare questo divario e a migliorare il ruolo della donna nel campo dell'ingegneria.

In occasione del mese dedicato alle donne, che in tutto il Sudafrica si celebra in agosto, EGP RSA ha parlato con alcune colleghe che si stanno impegnando a far conoscere il mondo dell’ingegneria ad altre giovani donne.

“Abbiamo ascoltato la storia di Kunzang Jagannath (Project Planner and Cost Control), Nombulelo Mketi (Grid Connection Specialist), Mantwa Mathebula (Permitting Manager) e Boiketlo Rapoo (Head of the Local Control Room).”

Kunzang, ingegnere elettrico con dieci anni di esperienza, preferisce che sia il lavoro di una persona a parlare per lei, indipendentemente dal genere: “Con la tecnologia che avanza ogni giorno, è entusiasmante esplorare nuovi mondi dell’ingegneria e dell’innovazione". Nombulelo, Grid Connection Specialist con 15 anni di esperienza, afferma di aver costruito la sua carriera sulla fiducia. Ha investito molto tempo nella ricerca e nello studio del settore che le ha permesso di inserirsi perfettamente in un mondo ancora prevalentemente maschile.

Mantwa ha invece conseguito un Bachelor in Science (BSc) in Zoologia. Oggi dice di essere parte di un'azienda globale che le ha offerto la possibilità di esplorare ogni ambito del suo mestiere. "Non abbiate paura di chiedere consigli, perché le domande e l'apprendimento sono parte integrante di ogni miglioramento”. Boiketlo, responsabile della Control Room locale, è responsabile del monitoraggio degli impianti dalla sede principale di Sandton. Il suo modello è Mary Jackson, celebre per essere diventata nel 1958 il primo ingegnere donna di colore in forza alla NASA.