ENEL E BNDES SIGLANO ACCORDO DI FINANZIAMENTO DA 115 MILIONI DI DOLLARI PER PROMUOVERE INVESTIMENTI IN RINNOVABILI IN BRASILE

Published on mercoledì, 4 gennaio 2017

Il finanziamento coprirà parte degli investimenti necessari per costruire la centrale idroelettrica Apiacás da 102 MW di Enel Green Power Brasil.

Roma/Rio de Janeiro, 4 gennaio 2017 – Il Gruppo Enel1 e la Banca di sviluppo brasiliana ("BNDES"), la principale agenzia per il finanziamento dello sviluppo in Brasile, hanno firmato un accordo di finanziamento ventennale per un importo complessivo di circa 373 milioni di real (circa 115 milioni di dollari USA). Il prestito di BNDES coprirà una parte degli investimenti necessari per la costruzione della centrale idroelettrica Apiacás da 102 MW nello stato del Mato Grosso nella Regione centro-occidentale del Brasile.

“Siamo particolarmente lieti del risultato di questa operazione, che dimostra la solidità delle nostre attività in Brasile” ha commentato Francesco Venturini, responsabile Global Renewable Energies di Enel “Ad appena un mese dall’inaugurazione di Apiacás, siamo riusciti ad ottenere i fondi dalla BNDES per finanziare progetti industriali e grandi infrastrutture nel Paese. Mentre rafforziamo la nostra posizione di leadership nel settore delle rinnovabili brasiliano, continuiamo ad attrarre importanti partner finanziari locali e internazionali che valutano positivamente il nostro impegno per la crescita in Brasile, un Paese dalla valenza strategica per il Gruppo”.

Come previsto dall'accordo di prestito, la prima rata di 293 milioni di real (circa 90 milioni di dollari USA) è stata erogata alla firma dell’accordo, e sarà seguita da una seconda rata da 80 milioni di real (circa 25 milioni di dollari USA) nei primi mesi del 2017, previo adempimento delle condizioni sospensive previste per questo tipo di operazioni.

Il prestito ha un tasso di interesse basato sul TJLP (Taxa de Juros de Longo Prazo), il tasso di interesse a lungo termine rivisto trimestralmente dalla Banca Centrale del Brasile. Il TJLP è attualmente al 7,5%, e quindi inferiore all’attuale tasso interbancario brasiliano del 13,63%. Il TJLP funge da tasso di riferimento per i prestiti concessi da BNDES alle aziende private i cui progetti sono ritenuti idonei a ricevere finanziamenti federali.

La centrale idroelettrica Apiacás ha una capacità totale installata di 102 MW ed è composta da tre impianti: Salto Apiacás (45 MW), Cabeça de Boi (30 MW) e Fazenda (27 MW). Apiacás è in grado di generare oltre 490 GWh all'anno, sufficienti a soddisfare il fabbisogno energetico annuo di oltre 200.000 famiglie brasiliane, evitando l'emissione in atmosfera di circa 280.000 tonnellate di CO2. Sul sito di Apiacás è inoltre installato un impianto solare fotovoltaico da 1,2 MW, che contribuisce con la propria energia rinnovabile a quella prodotta dagli impianti idroelettrici.

1 Per il tramite di tre SPV (special purpose vehicles) detenuti da Enel Green Power Brasil (EGPB) e ciascuno proprietario degli impianti della centrale idroelettrica di Apiacas: Enel Green Power Salto Apiacas S.A., Enel Green Power Cabeça de Boi S.A. ed Enel Green Power Fazenda S.A.

Enel ha investito circa 287 milioni di dollari USA nella costruzione di Apiacás, finanziati con fondi propri, oltre che grazie al prestito BNDES. La centrale beneficia di un accordo di acquisto di energia trentennale (PPA) che prevede la vendita di una quantità fissa di energia generata dai tre impianti idroelettrici ad un pool di società di distribuzione che operano sul mercato regolamentato brasiliano.

Attraverso le controllate Enel Green Power Brasil (EGPB) ed Enel Brasil, il Gruppo Enel ha una capacità installata di 1.306 MW nel settore brasiliano dell’energia rinnovabile   di cui 401 MW da eolico, 12 MW da solare fotovoltaico e 893 MW da fonte idroelettrica - nonché ulteriori 442 MW in progetti eolici e 807 MW da progetti solari attualmente in esecuzione.


Tutti i comunicati stampa di Enel sono disponibili anche in versione Smartphone e Tablet. Puoi scaricare la App Enel Corporate su Apple Store e Google Play.

Brasile | gennaio, 04 2017

1666672-1_PDF-1.pdf

PDF (0.08MB)DOWNLOAD