Big Data: l’oro “digitale” delle rinnovabili

martedì, 1 agosto 2017

“Gli oltre 1200 impianti di Enel Green Power nel mondo producono giornalmente una mole considerevole di dati che chiedono di essere compresi grazie alle analisi Big Data, e trasformarsi in informazioni utili per ottimizzare le attività di manutenzione.”

I milioni di segnali che le nostre macchine producono ogni giorno sono come un filone d’oro che deve essere estratto, trasformato e lavorato. I Big Data sono un patrimonio fondamentale per potere rendere sempre più efficiente ogni singola macchina e impianto che costituiscono l’intera flotta di Enel Green Power.

Gioco di squadra in un “lago” di dati per creare soluzioni sostenibili

Abbiamo in corso diversi progetti per utilizzare al meglio il tesoro di informazioni che raccogliamo dai nostri impianti in esercizio e integrarlo in un’unica soluzione in grado di estrarre il massimo di valore aggiunto.

Nel 2016 abbiamo fondato le basi di un'architettura complessa, predisponendo un data lake in grado di immagazzinare in tempo reale una crescente quantità di dati strutturati e non strutturati provenienti da diverse sorgenti dati.

Il data lake è stato progettato per essere flessibile e scalabile, e garantire affidabilità sia in termini di inserimento e integrazione di dati ad alta frequenze che di performancecomputazionale nell’implementazione degli algoritmi di analisi.

La nostra architettura Big Data è in grado di integrare e gestire sia i dati operativi degli impianti in real-time, provenienti da tutta la flotta di generazione rinnovabile, sia i dati master e gestionali provenienti dai nostri sistemi di anagrafica e dal mondo SAP.

La funzione Global ICT, insieme con Operation & Maintenance (O&M) e il team di Innovazione e sostenibilità operano insieme, con il contributo del digital manager, per estrarre il massimo valore dai dati.

“Il nostro sistema Big Data è frutto del lavoro di squadra di diverse funzioni e divisioni di Enel Green Power nonchè della stretta collaborazione con le linee di business.”

I Big Data rendono sempre più efficienti le tecnologie di EGP

L’utilizzo dei Big Data analytics è di importanza strategica per accrescere l’efficienza e ridurre i costi di manutenzione degli impianti. I primi riscontri positivi registrati per le tecnologie eoliche e solari ha portato ad estenderne l’utilizzo anche per l’idroelettrico, integrando tutti gli impianti all’interno dell’architettura Big Data per permetterne la modellazione e lo sviluppo di algoritmi di diagnostica predittiva.

Attualmente, il progetto Wind Big Data Boost sta testando soluzioni di analisi predittiva di sei fornitori tecnologici, mentre il Big Data Hydro prevede per il momento la connessione di 5 impianti pilota al data lake entro la fine dell’anno. Entrambi i progetti sono realizzati congiuntamente dal team di Innovazione e Operation and Maintenace con il supporto di ICT per lo sviluppo architetturale. 

“Il valore delle analisi che vengono realizzate migliorerà le attività di manutenzione predittiva nei nostri impianti e favorirà una riduzione dei costi di manutenzione.”

Collaboriamo con service providers esterni per sviluppare analisi di manutenzione predittiva, utilizzando i dati raccolti dai nostri impianti eolici ed idroelettrici, e quindi integriamo i risultati conseguiti nelle nostre piattaforme di manutenzione per ottimizzare le nostre attività quotidiane.

Il Cloud che aiuta il sole

Il nostro Centro di competenza solare di O&M, insieme alla divisione Innovazione e sostenibilità, sta esplorando diversi approcci per implementare le tecniche e gli strumenti di manutenzione predittiva per la tecnologia fotovoltaica.

Stiamo selezionando piattaforme di Software as a Service (SaaS), già disponibili sul mercato da vari fornitori, e testiamo l’innovativo concetto di Algorithm as a Service (AaaS) integrando i modelli di generazione solari, sviluppati congiuntamente con la società i-EM, direttamente nella nostra piattaforma cloud alimentata con dati operativi in tempo reale.

I benefici previsti dall'applicazione di strumenti di manutenzione predittiva sono sia tecnici che economici, con l’obiettivo di ottimizzare la disponibilità energetica e la riduzione dei costi di riparazione. 

“La soluzione Big Data genera diversi alert che, a seconda del relativo livello di severità, ci consentono di intraprendere tempestivamente le attività di manutenzione predittiva. ”

Verso la piattaforma Big Data del futuro

Grazie ai risultati ottenuti nel corso del 2016, i team O&M Control & Monitoring System e ICT stanno pianificando l'evoluzione dell'infrastruttura e progettando la piattaforma O&M del futuro. 

“Il nostro obiettivo è fornire agli utenti finali di ciascuna tecnologia un sistema affidabile, dotato di interfacce intelligenti e intuitive che migliorino il modo di gestire giornalmente le attività di esercizio e manutenzione.”

Nel medio-lungo periodo ci stiamo muovendo verso un approccio   Platform as a Services (PaaS) che consentirà sia ai fornitori esterni che agli esperti Enel di sviluppare autonomamente applicazioni specifiche attraverso una piattaforma proprietaria di Enel dotata di API e librerie , compiendo così un enorme passo verso la digitalizzazione delle attività O&M.