• {{currentSearchSuggestions.title}}
  • {{currentSearchSuggestions.title}}
{{navigationCta.name}}

Qualità dell'aria

​L'energia geotermica è una risorsa rinnovabile che utilizza il calore della terra per generare elettricità. Il fluido geotermico, proprio in virtu' della sua alta temperatura, presenta spesso tracce minime di sostanze naturali nocive, che possono avere un impatto –seppure ridotto- sulla qualità dell'aria, dopo che il vapore ha prodotto l'elettricità e le sue componenti incondensabili vengono rilasciate nelle torri di raffreddamento. Per ridurre l'emissione di questi componenti, Enel Green Power utilizza il sistema AMIS, sviluppato e brevettato dall'Ing. Aldo Baldacci, all'epoca dirigente del Gruppo Enel, che permette di ridurre praticamente a zero i gas naturali e i metalli associati al vapore geotermico. AMIS elimina quindi i disagi provocati dal caratteristico odore derivante dalle emissioni di idrogeno solforato favorendo l'integrazione degli impianti nel territorio.

La qualità dell'aria viene monitorata costantemente e i dati dei controlli sono resi disponibili al pubblico, anche su questo sito.

Questa sezione presenta infatti i valori delle concentrazioni misurate dal sistema di monitoraggio della Qualità Aria di Enel Green Power. In essa Sono riportati i valori delle concentrazioni medie su base oraria di H2S (acido solfidrico) relative alle ultime 24h, ultimi 14 giorni e 90 giorni. I valori sono confrontati con i corrispettivi valori di riferimento dei “Criteri direttivi per il contenimento delle emissioni in atmosfera delle centrali geotermoelettriche”, Deliberazione 22 marzo 2010, n.344 della Giunta Regionale Toscana. L'acido solfidrico è una sostanza dotata di odore. Relativamente alla soglia di percezione umana dell'odore di acido solfidrico viene fatto riferimento al valore di 7 μg/mc indicato dalla Organizzazione Mondiale della Sanità.​

media delle {{lastDayChart.gap}}. (Numero di valori di concentramento > {{valore_riferimento_h2s}} ug/mc = {{selectedHourlyRangeExeeded.length}} di {{selectedHourlyRange.length}})

Valore di riferimento H2S: {{rifh2s_mediagiorno}}

Valore medio H2S: {{((selectedHourlyRangeAverage/rifh2s_mediagiorno)*100).toFixed(2)}}

da {{parseSelectedDays(fromDaysInSelectedHourlyRange)}} ore {{parseSelectedHours(fromHoursInSelectedHourlyRange)}} a {{parseSelectedDays(toDaysInSelectedHourlyRange)}} ore {{parseSelectedHours(toHoursInSelectedHourlyRange)}}

media degli ultimi 14 giorni. (Numero di valori di concentramento > {{valore_riferimento_h2s}} ug/mc = {{selectedMonthlyRangeExeeded.length}} di {{selectedMonthlyRange.length}})

Valore di riferimento H2S: {{rifh2s_mediamese}}

Valore medio H2S: {{((selectedMonthlyRangeAverage/rifh2s_mediamese)*100).toFixed(2)}}

da {{parseSelectedDays(fromDaysInSelectedMonthlyRange)}} ore {{parseSelectedHours(fromHoursInSelectedMonthlyRange)}} a {{parseSelectedDays(toDaysInSelectedMonthlyRange)}} ore {{parseSelectedHours(toHoursInSelectedMonthlyRange)}}

media degli ultimi 90 giorni. (Numero di valori di concentramento > {{valore_riferimento_h2s}} ug/mc = {{selectedQuarterlyRangeExeeded.length}} di {{selectedQuarterlyRange.length}})

Valore di riferimento H2S: {{rifh2s_mediatrimestre}}

Valore medio H2S: {{((selectedQuarterlyRangeAverage/rifh2s_mediatrimestre)*100).toFixed(2)}}

da {{parseSelectedDays(fromDaysInSelectedQuarterlyRange)}} ore {{parseSelectedHours(fromHoursInSelectedQuarterlyRange)}} a {{parseSelectedDays(toDaysInSelectedQuarterlyRange)}} ore {{parseSelectedHours(toHoursInSelectedQuarterlyRange)}}

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy  Accetta e chiudi