Sustainability Farm, la prima school per imparare la sostenibilità

Pubblicato lunedì, 14 ottobre 2019

“Come possiamo utilizzare l’innovazione per risolvere le grandi sfide globali? Dobbiamo iniziare a pensare in maniera differente e comportarci in maniera differente per avere un grande impatto e ristabilire il bilanciamento del nostro pianeta. Servono progetti grandiosi e innovazione per far fronte alle grandi sfide globali. È necessario smettere di ragionare per compartimenti stagni.”

– Marc Buckley, Sustainability Expert

Il focus dell’evento è stato l’evoluzione del concetto di sostenibilità. Fino a 10 anni fa, il termine sostenibilità era poco più di un elemento decorativo. L’impegno in prima linea di istituzioni ed aziende, di pari passo con l’aumento della consapevolezza, ha fatto sì che si passasse ad un approccio proattivo e si iniziasse a portare lo sviluppo sostenibile al centro del dibattito globale.

La Sustainability Farm è stata l’occasione per raccontare alla platea numeri e progetti del cammino di EGP sulla strada della sostenibilità. Sin dal 2015 infatti l’azienda si è impegnata a integrare nel suo business gli Obiettivi di Sviluppo sostenibile previsti dall’Agenda 2030 dell’Onu. 

“Enel ha aderito pubblicamente ad impegni e obiettivi degli SDG’s sin dal 2015. La nostra è l’unica compagnia italiana ad aver annunciato la carbon neutrality entro il 2050 ed è stata la prima al mondo a lanciare sul mercato dei capitali un General purpose SDG Linked bond, uno strumento obbligazionario legato al raggiungimento di un obiettivo sostenibile.”

– Giovanni Tula, Head of Sustainability – Enel Green Power

Dalla creazione di valore condiviso sino ai pilastri della catena del valore: sito di costruzione sostenibile, impianto sostenibile ed edifici sostenibili. La sostenibilità è al centro di ogni passo del cammino di Enel Green Power. Perché l’energia green può e deve essere anche energia sostenibile.