ENEL INAUGURA L'INNOVATION HUB CON UC BERKELEY ACCELERATOR NELLA SUA PRIMA COLLABORAZIONE CON UNA MULTINAZIONALE

Published on giovedì, 9 marzo 2017

Roma-Berkeley, 9 marzo 2017 – Enel entra nel cuore dell’innovazione tecnologica globale con l’inaugurazione dell’Innovation Hub, presso la University of California a Berkeley. Si tratta della prima collaborazione di una grande azienda con l’Ateneo per lo scouting, l’accelerazione e la collaborazione con le start-up.

Il nuovo Hub è stato inaugurato in partnership con la University of California Center for Information and Technology Research in the Interest of Society (CITRIS) e con il Banatao Institute. Il centro si trova presso la CITRIS Foundry Accelerator nel Campus della UC Berkeley, ed è parte del network internazionale di start-up di Enel, che selezionerà i migliori progetti con cui sviluppare collaborazioni. Enel è la prima azienda a stabilire una partnership di questo tipo col CITRIS facendo leva sia su start-up innovative, attraverso la CITRIS Foundry Accelerator, sia attraverso la prestigiosa ricerca accademica della UC Berkeley.

All’inaugurazione, che si è svolta presso CITRIS, nella sala Sutardja Dai, hanno preso parte Ernesto Ciorra, Responsabile Innovazione e Sostenibilità di Enel, Francesco Venturini, Responsabile della Divisione Globale Energie Rinnovabili di Enel, Enel Green Power, Henry Chesbrough, Direttore Esecutivo del Center for Open Innovation presso la Haas School of Business di UC Berkeley, Costas Spanos, Direttore del CITRIS e del Banatao Institute e Lorenzo Ortona, Console Generale d’Italia a San Francisco.

"L’inaugurazione di questo Innovation Hub in un luogo ad elevata concentrazione di imprese dirompenti e innovative è un’altra importante tappa per Enel – ha detto Ernesto Ciorra. "Il Gruppo collabora già con le start-up più innovative, per essere in contatto con tecnologie e idee all’avanguardia e, allo stesso tempo, per supportare queste aziende con le proprie tecnologie e competenze per trovare il modo di integrare le loro innovazioni tecnologiche nel tessuto del nostro business".

"La forte presenza di Enel negli Stati Uniti può essere sostenuta solo lavorando a stretto contatto con un’importante istituzione accademica come UC Berkeley – ha dichiarato Francesco Venturini. “L’Innovation Hub permetterà al Gruppo un contatto ancora più stretto con alcune delle più innovative start-up mondiali, contribuendo a far crescere la nostra leadership nella diffusione delle energie rinnovabili, non solo negli Stati Uniti ma in tutto il mondo”.

“Grazie alla collaborazione tra partner pubblici e privati stiamo dando forma al futuro del trasferimento di tecnologie con modalità che superano i confini tradizionali” ha affermato Costas Spanos.

L’Innovation Hub di Enel individuerà le start-up che collaboreranno con il Gruppo per lo sviluppo di progetti commerciali negli Stati Uniti e a livello internazionale, offrendo loro un programma di accelerazione e accesso a risorse umane e tecnologiche, ai laboratori, alla rete di Fondi di venture capital e a un mercato potenziale di oltre 30 Paesi. Uno degli obiettivi dell’Hub è di offrire ai clienti statunitensi soluzioni di gestione e stoccaggio dell'energia che mantengano la stabilità della rete e riducano eventuali interruzioni del servizio.

Le start-up ospitate dall'Hub saranno selezionate in base alle priorità tecnologiche e di business di Enel, con l’aiuto di CITRIS Foundry, riceveranno supporto tecnologico e di business in modo da poter essere sul mercato nel minor tempo possibile e saranno affiancate da esperti Enel. A guidare l’Hub sarà un Innovation Manager di Enel, che metterà in contatto le start-up selezionate con quelle che già collaborano con Enel in Israele, Brasile, Cile e in Europa.

L'Innovation Hub di Berkeley è l'ultima iniziativa di Enel negli Stati Uniti. Il Gruppo è presente negli Stati Uniti con la controllata Enel Green Power North America (EGPNA), con oltre 3 GW di capacità di energia rinnovabile distribuita su oltre 100 impianti in 23 Stati. A gennaio EGPNA ha acquistato il 100% di Demand Energy Networks (Demand Energy), una impresa statunitense specializzata in software smart e di stoccaggio dell'energia, il cui software DEN.OSTM consente l’ottimizzazione in tempo reale della gestione energetica, rivoluzionando il modo in cui viene generata, accumulata e consumata l'elettricità.

 

Enel
Enel
è una multinazionale dell’energia e uno dei principali operatori integrati globali nei settori dell’elettricità e del gas. Il Gruppo opera in oltre 30 Paesi di 4 continenti, produce energia attraverso una capacità installata netta di circa 83 GW e distribuisce elettricità e gas su una rete di circa 2 milioni di chilometri. Con oltre 65 milioni di utenze nel mondo, Enel registra la più ampia base di clienti rispetto ai suoi competitors europei. Enel è la più grande utility integrata d’Europa per capitalizzazione di mercato e si situa fra le principali aziende elettriche d’Europa in termini di capacità installata e reported EBITDA.

CITRIS e Banatao Institute (UC Berkeley)
CITRIS e Banatao Institute si avvalgono delle competenze nel campo della ricerca dell’Università della California a Berkeley, Davis, Merced e Santa Cruz, e operano in collaborazione con l’ecosistema delle Università nell’ambito dello spirito innovativo e imprenditoriale della Silicon Valley. L’istituto è stato creato dallo Stato della California per mettere in contatto la ricerca in laboratorio con lo sviluppo di applicazioni, piattaforme, aziende e nuove industrie. CITRIS e Banatao Institute facilitano il lavoro interdisciplinare tra centinaia di componenti delle facoltà dell’Università della California, così come tra gli studenti, rappresentanti di aziende e istituzioni internazionali. Dal concetto al prototipo, l’ecosistema inventivo del CITRIS include finanziamenti di avviamento, test specialistici, il Marvell Nanofabrication Laboratory, il CITRIS Invention Lab e il CITRIS Foundry startup accelerator.

 

Tutti i comunicati stampa di Enel sono disponibili anche in versione Smartphone e Tablet. Puoi scaricare la App Enel Corporate su Apple Store e Google Play.

Generale | marzo, 09 2017

1666902-1_PDF-1.pdf

PDF (0.07MB)DOWNLOAD