Enel Green Power e Nareva firmano i contratti di finanziamento per avviare la costruzione del parco eolico Midelt da 180 MW in Marocco

Pubblicato lunedì, 5 novembre 2018

·         Il parco eolico Midelt fa parte del Projet Éolien Intégré da 850 MW

                                                                                                 

Roma e Rabat, 5 novembre 2018 -  L’utility marocchina ONEE (Office National de l’Electricité et de l’Eau Potable), l’agenzia marocchina per l’energia sostenibile (Moroccan Agency for Sustainable Energy, MASEN) e Midelt Wind Farm SA, società veicolo detenuta dalla stessa ONEE e dal consorzio costituito da Enel Green Power (EGP) con Nareva, la principale azienda elettrica indipendente in Marocco, annunciano oggi di aver firmato tutti i contratti di finanziamento, il cosiddetto “financial close”, per avviare la costruzione a Midelt del primo dei parchi eolici inclusi nel Projet Éolien Intégré da 850 MW. I lavori di costruzione del nuovo parco, che avrà una capacità di 180 MW, dovrebbero terminare in 24 mesi. Il Projet Eolien Intégré da 850 MW è stato aggiudicato al consorzio formato da EGP e Nareva a seguito di una gara internazionale.

Antonio Cammisecra, responsabile globale di Enel Green Power, la business line per le rinnovabili del Gruppo Enel, ha così commentato: Con questo primo, importante passo che muoviamo oggi, Enel Green Power contribuisce al soddisfacimento della domanda di energia in Marocco, aiutando il Paese alla realizzazione dei suoi obiettivi di aumento della generazione da fonti rinnovabili, come annunciato nella strategia energetica nazionale. Portiamo in Marocco le nostre competenze da leader di settore e, attraverso la realizzazione di questi progetti, prevediamo di consolidare la nostra presenza nel Paese.”  

Saïd El Hadi, amministratore delegato di Nareva, ha commentato: “Il Projet Éolien Intégré da 850 MW è un progetto che permetterà al Marocco di compiere progressi significativi nella sua strategia energetica. Siamo lieti di aiutare il Marocco nel raggiungimento dell’ambizioso obiettivo di aumentare il contributo delle energie rinnovabili fino al 52% della capacità installata del Paese entro il 2030. Il nostro forte impegno nello sviluppo di questo programma eolico da 850 MW, il cui primo parco avvierà la costruzione questo mese, testimonia la nostra leadership nello sviluppo delle energie rinnovabili.”

Una parte significativa delle principali componenti del parco, soprattutto pale e torri, sarà fabbricata in Marocco con il supporto di Siemens Gamesa, fornitore esclusivo di turbine eoliche per il progetto. Una volta entrato in esercizio il parco eolico, l’energia elettrica prodotta sarà venduta ad ONEE in base ad un accordo di acquisto e fornitura di energia di 20 anni. Si prevede che Midelt produca energia in misura equivalente ai consumi di una città come Agadir, che conta 500.000 abitanti, e che eviti l’emissione di circa 400.000 tonnellate di CO2 l’anno in atmosfera.

L’investimento totale nel parco eolico di Midelt ammonta a 2,5 miliardi di dirham marocchini, equivalenti a circa 230 milioni di euro, ed è finanziato dagli azionisti tramite equity e da ONEE tramite debito. Il progetto utilizza una innovativa struttura finanziaria pubblico/privata, laddove ONEE ha avuto accesso a finanziamenti da KfW, la banca tedesca per lo sviluppo, dalla BEI, la banca europea per gli investimenti e dalla Commissione Europea, per poi trasferirli al progetto di Midelt.

Dall’inizio della costruzione del parco eolico e durante il suo esercizio, l’impianto dovrebbe contribuire allo sviluppo economico e sociale del Marocco e in particolare a quello della regione di Midelt, nello specifico in termini di opportunità di lavoro e di utilizzo di servizi locali.

Lo sviluppo degli altri quattro impianti eolici inclusi nel Projet éolien intégré, ovvero Tiskrad, Tanger, Jbel Lahdid e Boujdour, avverrà secondo il programma concordato tra i partner. Il consorzio formato da Nareva ed EGP aveva presentato l'offerta più competitiva attraverso la combinazione tra la tariffa più bassa e la percentuale più elevata di componenti locali nel progetto.

Il Projet Éolien Intégré, che prevede in totale un investimento di oltre 1 miliardo di euro (circa 12 miliardi di dirham), segna un punto di svolta nella strategia energetica nazionale del Marocco, volta a soddisfare la crescente domanda di energia elettrica al prezzo più competitivo, in conformità con gli obiettivi di sviluppo sostenibile del Paese.

Enel Green Power, la business line globale per le energie rinnovabili del Gruppo Enel, è specializzata nello sviluppo e gestione di rinnovabili in tutto il mondo, con una presenza in Europa, le Americhe, Asia, Africa e Oceania. Leader mondiale nel settore dell'energia rinnovabile, con una capacità gestita di circa 43 GW e un mix di generazione che include l’eolico, il solare, la geotermia e l'energia idroelettrica, Enel Green Power è all'avanguardia nell'integrazione di tecnologie innovative in impianti rinnovabili.

Nareva è un produttore indipendente di energia elettrica e un operatore nel settore idrico. Fornisce ai propri clienti servizi e soluzioni socialmente responsabili, competitivi e sostenibili. Attualmente Nareva possiede un portafoglio di attività e progetti per una capacità totale di 3.350 MW, di cui quasi il 60% da energia rinnovabile. Nareva opera già sei parchi eolici in Marocco, tra cui il parco eolico di Tarfaya da 300 MW, uno dei più grandi in Africa, e sta costruendo la prima centrale termoelettrica a carbone con tecnologia ultra-supercritica a Safi (2x693 MW).