Enel Green Power Messico: collaborazione con l’Università Autonoma di Chapingo

Pubblicato venerdì, 16 dicembre 2016

Siglati due accordi di collaborazione nell’ambito della ricerca e del trasferimento tecnologico per incrementare progetti sperimentali agricoli e sostenibili. L’obiettivo principale è promuovere pratiche e tecniche volte a migliorare la produttività delle comunità che abitano nelle zone presso gli impianti eolici di EGP nei comuni di Ojuelos Jalisco e Mazapil e Villa de Cos, Zacatecas.

Enel Green Power Messico (EGPM) e l’università autonoma di Chapingo (UACH) hanno firmato due accordi di collaborazione nell’ambito della ricerca e del trasferimento di tecnologia per promuovere lo sviluppo delle comunità locali e la sostenibilità.

L'obiettivo è quello di rafforzare le capacità e far beneficiare i gruppi produttivi della comunità Chinampas, nel comune di Ojuelos, a Jalisco, così come le comunità Majoma e Primo Maggio, nei comuni di Mazapil e Villa de Cos in Zacatecas; stati in cui l'azienda gestisce due impianti eolici: Palo Alto di 129 MW e Vientos del Altiplano di 100 MW.

“È essenziale per noi investire nella Creazione di Valore Condiviso per le comunità dove siamo presenti con nostri impianti attraverso iniziative che promuovono lo sviluppo locale e la crescita mediante un approccio sostenibile sia sotto l’aspetto ambientale che socio-economico”

– Paolo Romanacci, responsabile Energie rinnovabili per l'America Centrale di Enel e CEO di EGP Messico

Il primo accordo, relativo alla regione in cui si trova il parco eolico Vientos del Altipiano, consta di un Piano di gestione integrale rispetto al recupero e all'identificazione di nuove aree per la crescita di piante così come alla gestione delle acque piovane da deflusso.

Saranno stabiliti sei ambiti sperimentali dove si realizzeranno delle coltivazioni come alternativa economica per le famiglie locali. Attraverso un intervento diretto insieme alla comunità si creeranno poi sei orti scolastici per la coltivazione di piante officinali, verdura e prodotti non convenzionali per cercare nuove opportunità di mercato e autosufficienza alimentare. Inoltre è prevista l’introduzione di animali da cortile come polli e conigli.

Attualmente nella regione Vientos del Altipiano la disponibilità di acqua rappresenta un fattore critico per lo sviluppo dell’agricoltura, poiché, laddove è disponibile, contiene alti livelli di salinità.

Un’analisi delle zone da pascolo permetterà di identificare il trattamento possibile per le acque saline al fine di passare da una agricoltura pluviale ad una di irrigazione, permettendo così lo sviluppo di alcune colture sino a tre cicli annuali.

Il secondo accordo, relativo alla regione in cui si trova il parco eolico di Palo Alto, ha lo scopo di migliorare l'accesso alle tecniche e alle conoscenze produttive agricole per diverse parti della popolazione. L’intento è di dare vita a uno spazio per la creazione di valore con potenziale agricolo per il consumo e la commercializzazione locale e regionale.

Per sviluppare i progetti si stabiliranno cinque ambiti sperimentali e cinque orti scolastici coinvolgendo donne, giovani e bambini, che riceveranno una formazione teorica e pratica. Si valuteranno colture, densità dell’impianto, semi, gestione biologica e convenzionale sollecitando l'interesse dei giovani a riprendere le attività agricole utilizzando le nuove tecnologie e tecniche per la produzione. L’obiettivo è generare valore attraverso attività che permettano di provvedere alle esigenze locali attraverso la commercializzazione di prodotti alimentari.

Nella comunità Chinampas c’è disponibilità di acqua durante tutto l'anno, tuttavia, la maggior parte della produzione si realizza durante la stagione delle piogge. Il progetto prevede lo sviluppo di capacità tra la popolazione locale e il trasferimento di tecnologia per fornire opzioni produttive disponibili che consentano un utilizzo efficiente dell'acqua in colture da irrigazione.

Gli accordi rientrano nel quadro del programma sociale "Semi per l'innovazione" ideato da EGPM per promuovere iniziative che sviluppino conoscenze e consentano l'uso sostenibile delle risorse naturali e la creazione di attività produttive. Per Enel, la sostenibilità è un fattore chiave presente in tutti gli aspetti del mercato. Il modello di Creazione di Valore Condiviso è uno dei pilastri strategici della società con la premessa di cercare opportunità di mercato per risolvere i problemi sociali in un utile e continuo impegno nei confronti delle comunità in cui opera.