La nostra energia per l’Africa

Pubblicato giovedì, 5 ottobre 2017

“L’Etiopia è un mercato estremamente dinamico ed è per questo motivo che, dopo il lancio delle attività di Res4Africa lo scorso anno in Kenya, oggi siamo qui ad Addis Abeba”

– Antonio Cammisecra, CEO Enel Green Power

Inoltre l'Etiopia è, dopo la Nigeria, il paese africano più popoloso, a fronte di un tasso di elettrificazione fra i più bassi, condizioni che ne fanno un'area promettente per la crescita. 

Enel Green Power ha già cominciato a sviluppare ragionamenti legati al solare ma mostra interesse anche ad approfondire le potenzialità esistenti in altre fonti rinnovabili, in particolare la geotermia di cui l’Etiopia è ricca.

Un confronto a 360 gradi

Sul palco di Addis Abeba sono tanti i temi discussi durante le sessioni: dagli assetti politici e regolamentari agli investimenti, passando per le soluzioni finanziarie e i modelli di business, le problematiche tecnologiche e tecniche, lo sviluppo industriale, e la costruzione di capacità e competenze tecniche necessarie a soddisfare la sete di energia di tutto il continente africano. Tra i relatori per EGP c’era anche Valentino Rossi, Head of Business Development che ha affrontato il tema del “de-risking” degli strumenti di investimento in impianti di energia rinnovabile; Michele Porri, Head of Business Development Africa, che ha partecipato al dibattito sugli aspetti legali, finanziari del primo programma di aste per il solare d'Etiopia; Manuele Battisti, Head of Business Development East Africa che ha moderato la tavola rotonda sulle potenzialità di sviluppo della generazione di energia eolica nell'Africa orientale. Mentre durante la seconda giornata di lavori, Anna Paola Minervini, Head of Regulatory Affairs Sub Saharan Africa, Asia and Australia che ha parlato delle soluzioni energetiche decentralizzate più innovative e sostenibili come strumento efficace per promuovere l'accesso all'elettricità nelle aree remote e a bassa densità di carico.