Festival Italiano dello Sviluppo sostenibile: EGP e la strada di un impegno comune

Pubblicato mercoledì, 13 giugno 2018

“Enel e Enel Green Power hanno partecipato al Festival portando la visione, l’esperienza e gli esempi di un impegno per la sostenibilità che già oggi si realizza in azioni per migliorare concretamente la vita delle persone.”

Sostenibilità diffusa

Il Festival italiano dello Sviluppo Sostenibile rappresenta il principale contributo italiano alla Settimana europea dello sviluppo sostenibile (Esdw) ed è stato promosso dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), che con 200 membri è la più grande rete della società civile mai creata in Italia

“Scopo dell’ASviS è diffondere la cultura della sostenibilità e promuovere i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals, SDG) previsti dall’Agenda 2030 dell’Onu.”

Lungo i 17 giorni di programma, tanti quanti gli obiettivi SDG dell’Onu, il Festival ha raccolto testimonianze, dialoghi e confronti che hanno dato forma ad un'iniziativa di sensibilizzazione e di elaborazione culturale e politica diffusa su tutto il territorio nazionale.

Energia, pulita, per tutti

Enel Green Power ha da tempo fatto suoi gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Onu, concentrandosi in particolare su quelli legati all’energia, all’innovazione, al benessere delle comunità, all’uso responsabile delle risorse e alla lotta al cambiamento climatico.

Questi temi sono stati affrontati in particolare il 6 giugno al MAXXI di Roma, nel corso del convegno “Energia rinnovabile per tutti e lotta ai cambiamenti climatici: due leve integrate per la sostenibilità dello sviluppo economico e sociale”, durante il  quale hanno preso la parola, tra gli altri, Carlo Tamburi, direttore di Enel Italia, e Giovanni Tula, Responsabile Innovazione e Sostenibilità di EGP.

Come azienda leader nel settore delle energie rinnovabili, il compito è cercare di rispondere prontamente alle questioni sollevate dalla rivoluzione energetica in corso: riunire la protezione ambientale con la necessità di produrre energia a costi accettabili e renderla accessibile a tutti. Le fonti di energia rinnovabile, adattandosi alle diverse esigenze elettriche sia dei paesi in via di sviluppo che dei mercati maturi, già oggi, rappresentano la risposta migliore al cambiamento.

“Grazie all’innovazione e alla sostenibilità, al centro della nostra strategia, le fonti rinnovabili saranno sempre più economiche, flessibili, modulabili e inclusive delle comunità con le quali interagiscono. La transizione verso una realtà più sostenibile è in corso, e noi abbiamo l’ambizione di guidarla.”

– Giovanni Tula, Responsabile Innovazione e Sostenibilità di EGP

Dal Sudafrica alla Colombia, passando per il Messico e il Kenya, siamo impegnati per migliorare la vita delle persone che abitano nei pressi dei nostri impianti, promovendo progetti per l’educazione e l’occupazione, per la lotta alla fame, per l’accesso stabile all’energia pulita e per la tutela dell’ambiente.

L’energia del territorio

Il domani appartiene ai giovani di oggi, che devono imparare a conoscere quale energia alimenterà il loro futuro e quali opportunità offre il loro territorio d’origine. Nell’ambito del Festival abbiamo per questo organizzato alcune iniziative nelle nostre centrali e nei loro dintorni, coinvolgendo i bambini e i ragazzi delle scuole locali. 

“Il 5 giugno abbiamo promosso con la Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee (FIPSAS) una giornata sul Lago di Caccamo (Macerata) dedicata al bacino artificiale che dagli anni Cinquanta genera energia per i comuni della zona.”

La giornata è stata l’occasione per presentare l’accordo che abbiamo siglato con la comunità montana dei Monti Azzurri, che permetterà di sfruttare le acque del lago anche per fini sportivi e turistici e creare così un’opportunità di rilancio e di sviluppo economico sostenibile per l’entroterra marchigiano, duramente colpito dal terremoto del 2016.

La lunga strada della sostenibilità

Il 9 giugno, in provincia di Palermo, abbiamo invece aperto le porte del parco eolico di Gangi, organizzando con le associazioni locali una giornata dedicata all’ambiente e all’energia sostenibile, durante la quale sono state illustrate dai nostri tecnici e operatori le caratteristiche dell’impianto.

“Inaugurato nel 2005, il parco eolico di Gangi è composto da 32 aerogeneratori, in grado di produrre 58,4 milioni di chilowattora in grado di soddisfare il fabbisogno energetico di 21.000 famiglie.”

Pensare “globale” e agire “locale” è una delle caratteristiche dell’attività di EGP nel mondo, finalizzata ogni giorno a proseguire sulla lunga strada della sostenibilità. Un percorso che ha visto nel Festival italiano dello Sviluppo Sostenibile un’importante occasione di confronto e uno stimolo per un cammino ancora ricco di sfide.