RES4Africa: la sostenibilità nasce dal dialogo

Pubblicato lunedì, 25 giugno 2018

“Oggi, la sostenibilità deve essere considerata come parte integrante del business, e non più solamente come impegno per la mitigazione delle azioni passate di un ciclo economico. RES4Med&Africa riconosce questo focus strategico quale elemento centrale per accelerare la transizione verso l’energia pulita in Africa.”

– Antonio Cammisecra, CEO Enel Green Power

Questa edizione ha riunito i principali attori africani dall’Etiopia, Kenya, Marocco e Sudafrica, le principali istituzioni finanziarie internazionali e gli investitori privati per promuovere una discussione di alto livello sulle attività da intraprendere nel campo della vulnerabilità, del risk assessment, dell’adattamento e della mitigazione, e del finanziamento dei progetti di sviluppo energetico.

“Mentre le rinnovabili si affermano sempre di più come opportunità di investimento, il prossimo obiettivo è rendere la transizione a questo tipo di energie veramente sostenibile, assicurando la sostenibilità economica, ambientale e sociale dei progetti di energia rinnovabile in Africa.”

– Roberto Vigotti, Segretario Generale RES4Africa

In effetti, il divario elettrico africano è impressionante. Oggi l'Africa sub-sahariana ospita il 14% della popolazione mondiale ma il 60% delle persone senza accesso all'elettricità. Come chiariscono i dati dell’AIE (Agenzia   Internazionale dell’energia) su 1 miliardo di persone che non ha accesso all'elettricità a livello globale, 600 milioni vivono nell’Africa sub-sahariana. Solo 10 paesi africani hanno tassi di accesso all'elettricità superiori al 50%, mentre i restanti hanno un tasso medio di accesso alla rete di poco superiore al 25%.

Eppure è proprio l’energia il “filo d’oro” che lega crescita economica, sviluppo umano e sostenibilità ambientale.

“Grazie ai miglioramenti delle tecnologie e alla riduzione dei costi delle rinnovabili, in aggiunta ai nuovi modelli di business che fanno uso di piattaforme digitali e mobili, si sono aperte nuove opportunità per soddisfare coloro che attualmente non hanno accessibilità all’elettricità. ”

– Paolo Frankl – Direttore Divisione Energie Rinnovabili AIE

Tuttavia il processo non è omogeneo né per tecnologie – il solare e l’eolico crescono più velocemente delle altre fonti – né per geografie, e persistono ancora diverse barriere al pieno sviluppo delle rinnovabili. Per assicurare un sistema energetico affidabile e a costi accessibili è necessario un approccio sinergico tra pubblico e privato basato su un dialogo aperto e continuo. Solo così si darà un contributo concreto allo sviluppo economico sostenibile del continente africano.