RES4Africa insieme ad EGP per lo sviluppo delle energie rinnovabili in Zambia

Pubblicato venerdì, 7 settembre 2018

“Questo workshop è un'opportunità per discutere in modo pratico come sbloccare il vasto potenziale delle fonti energetiche non dispacciabili nel Paese. Il rafforzamento delle capacità tecniche è stato identificato come il catalizzatore per lo sviluppo del settore energetico e la partnership di RES4Africa con le varie agenzie governative non può avvenire in un momento migliore.”

– Matthew Nkhuwa, Ministro dell'Energia dello Zambia

L’esperienza di Enel Green Power nel campo delle energie rinnovabili

Presente in più di 30 Paesi nel mondo, in Africa EGP è il primo operatore privato nel campo delle rinnovabili in termini di capacità installata.

Un’esperienza e un know-how che l’azienda mette al servizio dei suoi clienti, sia quando si è di fronte ad un problema tecnologico che a un limite normativo. 

“Se è vero che i requisiti del Grid Code per le centrali elettriche rinnovabili (RPP) nella maggior parte dei paesi africani sono simili, bisogna considerare sempre che le reti non sono completamente uguali e hanno limiti e livelli di potenza e affidabilità diversi tra loro. Pertanto, dobbiamo valutare l'integrazione degli impianti rinnovabili nei vari Paesi caso per caso, per garantire che le centrali elettriche rinnovabili siano e rimangano conformi al codice del Paese in questione.”

– Tshepo Tshivhasa, Grid Connection Unit, Enel Green Power

Anche Fidelis Mubiana – Acting Managing Director, ZESCO ha ribadito “la necessità di rafforzare e ottimizzare l’Operational Practice e il quadro regolatorio, con particolare riferimento al Centro di Dispacciamento rimangono fattori chiave per facilitare lo sviluppo dell’energie non dispacciabili. E’ indispensabile avviare sempre nuove iniziative prendendo spunto dalle esperienze e iniziative avviate in altre zone del mondo”.

Oltre all’innovazione tecnologica, l’introduzione delle energie rinnovabili pone nuove sfide anche dal punto di vista delle politiche che disciplinano il dispacciamento dell’energia, le tariffe o gli incentivi. Si tratta di un quadro molto complesso, in cui l’esperienza acquisita in altri scenari è determinante per proporre le soluzioni più adatte. 

“L'importanza di analisi specifiche per singolo Paese è fondamentale per valutare la scelta degli incentivi per lo sviluppo delle rinnovabili, tenendo ovviamente anche conto dei diversi imperativi delle politiche nazionali. Come dimostrato dalle scelte fatte da Paesi come lo Zambia e il Sudafrica, non esiste una taglia unica valida per tutti.”

– Boitumelo Kiepile, responsabile Affari regolatori per la regione Sub-Saharan Africa, Enel Green Power

Gestire e immagazzinare: il futuro delle energie rinnovabili

In tutto il mondo il sempre maggiore uso di fonti rinnovabili sta rapidamente modificando lo scenario energetico.

Da un lato, l’uso delle energie non dispacciabili ha aperto nuove strade nel campo della gestione delle reti, dall’altro, invece, le tecnologie di storage hanno fatto enormi passi in avanti, aprendo possibilità impensabili fino a qualche anno fa. 

“La fase negoziale e il prezzo sono elementi importanti ma non sono le uniche leve per giungere ad un accordo. E’ importante ragionare sull’introduzione delle clausole di flessibilità e dei sistemi di previsione della produzione per tutti gli operatori, anche nei PPA, in modo da ridurre il rischio per entrambe le controparti. Questo è di particolare rilievo per paesi come lo Zambia nei quali il livello di penetrazione delle rinnovabili è in crescita mentre il mix energetico non è ancora flessibile.”

– Guido Caporilli Razza, Global Commercial Office, Enel Green Power

L’energy storage, la possibilità di immagazzinare l’energia e metterla a disposizione quando necessaria, si sta dimostrando inoltre una tecnologia fondamentale, capace di favorire la transizione energetica in atto a livello globale. 

“Il trend in discesa dei costi delle tecnologie di storage avvierà un circolo virtuoso di diffusione degli attuali sistemi di accumulo, e l’implementazione di nuove tecnologie, oggi in fase di sperimentazione. Un sistema di Energy Storage fa una cosa molto semplice: carica energia in un istante di tempo e la rende disponibile in un altro momento. Eppure, questa semplice attività consente di superare nel tempo molte delle sfide che il settore power sta affrontando in vari Paesi del Mondo, così da accelerare la transizione ad una realtà 100% green.”

– Eleonora Petrarca, Head of Business Development Energy Storage, Enel Green Power

Grazie alle rinnovabili lo Zambia è determinato a diversificare le sue fonti di approvvigionamento energetico: una scelta condivisa da EGP, che si pone al suo fianco sulla strada verso lo sviluppo sostenibile.