3SUN: inaugurata una nuova linea di produzione pannelli fotovoltaici HJT

Pubblicato venerdì, 25 ottobre 2019

“Quello che vorremmo fare con 3SUN è di tenere una finestra aperta sulla tecnologia, perché tutto quello che riguarda lo sviluppo di questi pannelli sostanzialmente significa avanzare, e cercare di superare noi stessi, in termini di performance e di produttività affinché sia sempre più economicamente conveniente generare energia dal sole.”

– Francesco Starace, CEO di Enel

La riconversione tecnologica e l’automatizzazione permettono all’impianto di 3SUN di operare in regime di ciclo continuo, 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno, per una produzione di circa 1.400 pannelli fotovoltaici al giorno e un totale di circa 500 mila pannelli l’anno.

“L’avvio di questa nuova linea di produzione costituisce un traguardo significativo e fortemente voluto da Enel Green Power: abbiamo creduto e investito in questo progetto altamente innovativo facendo risaltare un’eccellenza industriale italiana nel panorama globale, soprattutto in un settore competitivo come quello dell’energia solare. Proseguiremo con il nostro impegno per la ricerca e lo sviluppo di questa tecnologia, con l’obiettivo di migliorarne ulteriormente le prestazioni, la sostenibilità e la competitività, con la certezza di rappresentare l’avamposto tecnologico mondiale del settore fotovoltaico.”

– Antonio Cammisecra, CEO di Enel Green Power

Storia di un’eccellenza

La storia della “Fabbrica del Sole” di 3SUN comincia nel 2011, quando Enel Green Power entra nel consorzio che costituisce l’azienda.

A fine 2011 lo stabilimento inizia la produzione dei primi moduli “thin film”, basati sulla multigiunzione di silicio a film sottile.

In poco più di 2 anni vengono prodotti 3 milioni di pannelli, un numero che sale a 5 milioni di fine 2015, a distanza di pochi mesi dal passaggio di 3SUN sotto il completo controllo di Enel Green Power.

L’ultimo pannello “thin film” prodotto è datato 25 ottobre 2017.

Da lì in avanti è iniziata la marcia verso la realizzazione dei pannelli bifacciali HJT: il 2 agosto 2018 assistiamo al battesimo del primo pannello bifacciale certificato dal TUV, mentre la prima vera cella HJT arriva a febbraio 2019.

“Siamo i primi al mondo a produrre su scala industriale pannelli fotovoltaici basati sull’innovativa tecnologia bifacciale ad eterogiunzione HJT. Ci auguriamo di fare da volano a tutta l’industria del settore: promuovendo l'innovazione della tecnologia fotovoltaica vogliamo trasformare l'energia solare in una soluzione pragmatica di energia pulita ovunque splenda il sole.”

– Antonello Irace, Responsabile 3SUN

Il salto tecnologico appena compiuto permetterà all’impianto di Catania di raggiungere una capacità produttiva nominale di 200 MW: 3SUN continuerà a dare lavoro a più di 300 addetti altamente specializzati e a garantire un indotto di oltre 600 persone. Un traguardo dal forte valore non soltanto simbolico per la Sicilia e per il Gruppo Enel, per il quale il Mezzogiorno è al centro del piano occupazionale e di investimenti.

Oggi 3SUN fa parte, insieme all’adiacente “Innovation Lab”, del polo tecnologico siciliano di Enel, un campus votato all’innovazione e un acceleratore di imprenditorialità giovanile, pensato per stimolare la ricerca nel settore energetico e delle energie rinnovabili.

L’Innovation Lab - sul quale il Gruppo Enel ha già investito 20 milioni di euro - ospita start up locali e nazionali, centri di ricerca di grande rilevanza internazionale ed è in contatto con gli altri Innovation Hub di Enel sparsi in giro per il mondo.

Il polo tecnologico siciliano di Enel è un centro di eccellenza di caratura globale, in grado di attrarre giovani talenti e costruire nuove possibilità per il loro futuro. Un presidio hi-tech nel Sud Italia, che da un lato crea un circolo virtuoso tra filiera, indotto e tessuto economico-sociale, e dall’altro rilancia con forza la posizione dell’Italia in un settore-chiave per lo sviluppo del mondo imprenditoriale europeo.

Alla scoperta della tecnologia HJT

I pannelli solari HJT (Hetero Junction Technology) sono uno dei fiori all’occhiello di 3SUN, che produce in esclusiva mondiale questa nuova tecnologia, basata sull’eterogiunzione - la giunzione di due tipi diversi di silicio, l’amorfo e il cristallino - e dalle performance particolarmente elevate.

Composti da una struttura vetro/vetro con incapsulante trasparente e 72 celle ad alta efficienza, i moduli HJT prodotti nel 2019 hanno una potenza di picco da 385W, che raggiungerà i 410 W con la produzione del 2020.

La struttura bifacciale, inoltre, è ottimizzata per catturare la luce sia dal lato frontale che dal retro, consentendo così una maggiore produzione di energia elettrica (fino al 33% in più).

Non solo: grazie a processi produttivi più raffinati, un pannello HJT ha una durata superiore ai 35 anni (contro i 25 dei modelli tradizionali) e un’efficienza maggiore del 20%.

Ma la vera sfida lanciata dalla fabbrica catanese è quella di riuscire a superare - grazie ad una costante innovazione tecnologica, e allo studio su nuovi materiali - il limite teorico d’utilizzo del silicio, per raggiungere un’efficienza che superi il 28% nei prossimi tre anni.

L’obiettivo di Enel in Sicilia è alimentare l’eccellenza tecnologica nel campo delle energie rinnovabili e delle tecnologie disruptive, e trasformare il polo tecnologico di Catania in un centro di prestigio internazionale nel settore dell’industria solare.