• {{currentSearchSuggestions.title}}
  • {{currentSearchSuggestions.title}}

Sudafrica, dove qualità fa rima con sicurezza

5 min.

Sudafrica, dove qualità fa rima con sicurezza

Nel 2016 abbiamo avviato con successo la costruzione di sei impianti per una capacità complessiva superiore a 520 MW: 3.000 persone coinvolte e oltre 4 milioni di ore lavorate senza registrare alcun incidente.

{{ item.title }}
{{ item.content }}

6 impianti in costruzione nel 2016, oltre 3.000 persone coinvolte e 4 milioni di ore lavorate senza mai registrare alcun incidente. Spesso i numeri non bastano a descrivere il valore di un determinato lavoro, ma in questo caso possono aiutare.

Enel Green Power è presente in quasi tutte le province sudafricane con due parchi eolici (Nojoli e Gibson Bay) e cinque solari (Upington, Paleisheuwel, Tom Burke, Adams e Pulida) per una capacità complessiva superiore a 520 MW che ci permette di produrre così tanta energia da soddisfare il fabbisogno di centinaia di migliaia di famiglie. Tutti i nostri cantieri sono stati chiusi nel rispetto dei massimi standard di qualità, rispettando tempi e costi e con livelli di sicurezza tali da non registrare alcun incidente in fase di costruzione.

 

"Abbiamo finalmente superato la soglia dei 500 MW anche in Sudafrica. Grazie all’incredibile lavoro di tutto il team, EGP ha chiuso con successo 6 siti di costruzione garantendo la massima qualità e sicurezza."
Lamberto Dai Pra’, Area Manager Sub-Saharan Africa and Asia

 

Il segreto del successo? Una squadra straordinaria

Dietro un grande traguardo c’è sempre una grande squadra. Fin dal nostro ingresso in Sudafrica, il team di Enel Green Power si è messo al lavoro per valutare la fattibilità di ogni progetto, avviare un fruttuoso dialogo con le comunità locali e ridurre al minimo ogni impatto derivante dalle fasi di costruzione.

 

"Avviare simultaneamente 6 cantieri in un nuovo Paese è una sfida impegnativa per qualunque azienda. Come prima cosa è stato necessario identificare le necessità di ogni specifica area e delle comunità coinvolte."
Alexandros Kalargyros, Head of Construction Sub-Saharan Area

 

Durante le fasi di esecuzione, le squadre di ogni sito di costruzione e gli specialisti della sicurezza hanno lavorato a stretto contatto per garantire il miglior risultato possibile e milioni di ore di lavoro senza incidenti. In ogni nostra attività puntiamo al traguardo “Zero Infortuni”, incentivando e condividendo una cultura della sicurezza che coinvolge anche tutti i nostri partner.

 

"Collaborazione continua  tra  HSEQ e tutti i business partner, sia interni che esterni, formazione e iniziative volte alla sensibilizzazione alla cultura della sicurezza, sono solo alcuni degli elementi che hanno garantito un  ambiente di lavoro sicuro."
Nthabiseng Mosehle, HSEQ South Africa
 

Qualità e dialogo oltre la sicurezza

Gli impianti sudafricani di EGP sono entrati in esercizio nel rispetto di ogni tabella di marcia e di ogni budget previsto. Abbiamo creato posti di lavoro per la popolazione locale che ha ricevuto una adeguata formazione attraverso specifici programmi dedicati a qualità e sicurezza sul posto di lavoro.

 

"Nel momento in cui si comprendono le reali esigenze delle comunità locali, il lavoro procede senza problemi. Il dialogo si rivela fondamentale e continueremo sempre a parlare con le persone dei luoghi in cui operiamo."
Lizeka Dlepu, Head of Community Relations and Economic Development

 

I risultati ottenuti in Sudafrica vanno ben oltre gli impianti costruiti e i MW installati. Questa esperienza ha mostrato ancora una volta il lavoro di squadra e la passione che da sempre caratterizzano la nostra attività.

Volevamo terminare in anticipo tutti i progetti in grado di produrre energia prima del previsto, senza incidenti. Ed è proprio quello che abbiamo fatto.

 

Un modello da esportare in Australia

Conclusa l’avventura sudafricana, il nostro sguardo punta dritto verso l’Australia dove abbiamo recentemente ufficializzato l’acquisto di Bungala Solar One, la prima fase da 137,5 MW del più grande progetto fotovoltaico in fase “ready to build” del Paese.

 

"Non è stato facile vincere la sfida sudafricana, ma ce l’abbiamo fatta. Adesso guardiamo all’Australia con grande ottimismo, consapevoli che metteremo in pratica ciò che abbiamo imparato in questi anni."
Lamberto Dai Pra’

 

I lavori di Bungala Solar One prenderanno il via a breve, mentre l’intero impianto da 275 MW entrerà in esercizio entro il terzo trimestre del 2018. La crescente domanda di energie rinnovabili e la grande abbondanza di sole e vento rendono l'Australia un Paese di grande interesse per tutto il Gruppo: siamo già al lavoro per raggiungere nuovi successi.

 

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy  Accetta e chiudi