• {{currentSearchSuggestions.title}}
  • {{currentSearchSuggestions.title}}

India: nuova frontiera del futuro delle rinnovabili

5 min.

India: nuova frontiera del futuro delle rinnovabili

Una scelta decisa per la crescita delle fonti pulite, una naturale vocazione all’innovazione e tante sfide aperte per costruire un futuro sostenibile, low carbon e con pieno accesso all’elettricità per tutti. Il colosso asiatico è un Paese strategico per il futuro globale delle rinnovabili ed Enel Green Power è impegnata appieno su questa nuova frontiera.

{{ item.title }}
{{ item.content }}

L’India è un Paese che obbliga ad abituarsi rapidamente ai grandi numeri: 1.335 miliardi di abitanti, 3.287.263 km2 di territorio, 179 lingue e oltre 1650 dialetti parlati. L’elenco dei dati “extra large” di un’ipotetica carta d’identità del Paese asiatico è lungo e ne descrive tutta la sua complessità: risorse, potenzialità, crescita e aspettative per il futuro convivono con disuguaglianze e povertà. Sono facce della stessa medaglia che si possono ritrovare un po’ in tutti gli ambiti economici, civili e sociali del Paese, anche nel settore energetico.

Il passato era segnato dalla dipendenza dalle fonti fossili e da un livello limitassimo di accesso all’energia della popolazione. Il futuro sarà disegnato dalle rinnovabili e dal definitivo azzeramento del cosiddetto energy divide. Il presente è la fotografia di questa transizione, un cambiamento tumultuoso e profondo dal vecchio al nuovo.

Enel Green Power ha fatto il suo ingresso in India il 22 settembre 2015 accettando la sfida di confrontarsi quotidianamente con le dinamiche e i paradossi di un Paese destinato a diventare sempre più rilevante e strategico nel panorama mondiale delle rinnovabili e non solo.

 

Una scelta strategica

Secondo i dati dell’Agenzia internazionale dell’energia (AIE), eolico e solare insieme rappresentano oggi circa il 90% del totale della nuova capacità installata in India ed “entro il 2022 il Paese dovrebbe più che raddoppiare la sua attuale capacità di elettricità rinnovabile” centrando l’obiettivo che si è dato di 100 GW di solare e di 60 GW di eolico.

L’AIE prevede anche che l’India possa riuscire a dare a tutti i suoi abitanti l’elettricità già entro i primi anni del prossimo decennio, essendo riuscita a fornire l’accesso alla rete elettrica a mezzo miliardo di persone dal 2000 a oggi.

 

"L’India è uno dei Paesi più dinamici e strategici nel mercato globale delle rinnovabili. L’insieme di obiettivi, esigenze e potenzialità la rendono un posto dove un player del settore non può non essere presente, per costruire e crescere."
Lamberto Dai Pra', Responsabile di EGP per Africa subsahariana, Asia e Australia

 

Quanto il colosso asiatico è stato capace di fare sino a ora è impressionante, ma crescita della popolazione e della domanda energetica, arretratezze infrastrutturali e obiettivi ambiziosi fanno sì che lo sforzo da compiere per entrare definitivamente in una nuova era debba essere altrettanto grande.

 

Competitività ad alta velocità

Oggi Enel Green Power è presente in India con un impianto eolico in esercizio nello Stato del Gujarat (150 MW) e due nel Maharashtra (da 22 MW complessivi) per una capacità installata totale di 172 MW. 

L’ingresso nel Paese ci ha aperto le porte verso l’Asia e il Pacifico e verso una parte del Pianeta sino ad allora sconosciuto ad EGP che richiede di essere compreso nel profondo delle sue dinamiche e vissuto nel suo sforzo quotidiano di definire il framework necessario allo sviluppo delle rinnovabili.

 

"Il mercato indiano è un’opportunità sulla quale stiamo investendo molto per le prospettive che offre e anche per il contesto altamente competitivo che lo caratterizza. È come una maratona da correre alla velocità dei 100 metri. E abbiamo tutte le carte in regola per vincerla."
Simone Vercesi, Country manager di EGP in India

 

Il nostro team in India oggi è composto da 60 persone, professionisti con una lunga esperienza nel settore delle energie rinnovabili e con competenze diversificate che vanno dalle attività tecniche, di progettazione, sviluppo e manutenzione, a quelle di management, legali e finanziarie.

Lavorare nei tre impianti in esercizio come nei nostri uffici di Gurgaon, città del nord a pochi chilometri della capitale New Delhi, e Bangalore, capitale dello Stato federato del Karnataka nel sud del Paese, significa partecipare a una sfida che si costruisce passo dopo passo seguendo il modello di successo che, per esempio, ci ha portato a diventare uno dei principali player del Sudafrica.

 

Eolico, solare e molto altro ancora

Il Paese è sempre di più un riferimento globale per le tecnologie avanzate al punto che Bangalore, capitale dell’innovazione e dell’ICT “make in India”, viene considerata come una nuova Silicon Valley e le soluzioni innovative sono un elemento distintivo anche nelle gare per i nuovi impianti rinnovabili

Per EGP questa vocazione all’innovazione del Paese è l’opportunità per presentare sul mercato le migliori tecnologie sviluppate a livello globale, in particolare in campo fotovoltaico, e capitalizzare il know how che ha reso competitiva la nostra offerta nei mercati più diversi.

Accesso universale all’energia, infrastrutture per la distribuzione, sistemi di gestione della rete sono altri fattori decisivi per lo sviluppo del nuovo corso del Paese. E anche su questi fronti, l’innovazione delle smart technology di EGP - dalle mini grid ai sistemi di storage – rappresenta un valore aggiunto da portare alle prova del mercato.

In India la sfida è iniziata e sarà una lunga maratona nella quale EGP sta investendo con convinzione per essere ancora una volta presente sulle frontiere avanzate dello sviluppo delle rinnovabili.

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy  Accetta e chiudi