• {{currentSearchSuggestions.title}}
  • {{currentSearchSuggestions.title}}

Stati Uniti: quando l’innovazione dei droni migliora l’eolico

5 min.

Stati Uniti: quando l’innovazione dei droni migliora l’eolico

Il progetto “Autonomous Drones for Wind” di Enel Green Power sta trasformando il modo in cui usiamo i droni per le ispezioni degli impianti e sta fornendo dati migliori, in minor tempo e con maggiore sicurezza per gli operatori.

{{ item.title }}
{{ item.content }}

Il drone si alza in volo con il semplice click di un pulsante, si dirige verso la turbina eolica che riconosce come suo obiettivo prefissato, la ispeziona e torna alla base con le immagini raccolte durante la sua missione. Il tutto in totale autonomia, con maggiore sicurezza e un rilevamento dei dati altamente accurato.

La tecnologia dei droni continua ad evolversi e aumenta anche la nostra capacità di migliorare le operazioni e le attività di manutenzione nei nostri parchi eolici negli Usa. L'uso dei droni è un'innovazione che sta rapidamente cambiando il modo in cui manteniamo i nostri impianti a energia rinnovabile.

Non è la descrizione di quel che potrà avvenire nei campi eolici del futuro, ma di quanto già sta cominciando oggi nelle wind farm di Enel Green Power negli Stati Uniti grazie al progetto Autonomous Drones for Wind.

 

Più veloce, più efficace

L’introduzione dei cosiddetti Unmanned aerial vehicle (UAV) nella attività di ispezione e monitoraggio degli impianti eolici è un percorso che EGP negli Stati Uniti ha iniziato oramai da diverso tempo per individuare le soluzioni più innovative e rapidamente scalabili.

i droni si sono alzati in volo per i primi test nel campo eolico di Caney River in Kansas e di Origin in Oklahoma. E dai risultati ottenuti in questa fase di scouting ha preso forma il progetto Autonomous Drones for Wind.

Gli obiettivi del progetto includono la riduzione dei costi e l'ottimizzazione del processo di ispezione oltre all'estrazione di maggior valore dai dati forniti.

L’impianto eolico di Osage, sempre in Oklahoma, è stato il campo di prova del primo volo autonomo di un drone utilizzato per una End of Warranty Inspection, la verifica delle condizioni delle turbine al termine del periodo di garanzia.

 

"I risultati sono stati ottimi: 18-20 turbine ispezionate al giorno rispetto alle 4-5 utilizzando la tecnica tradizionale. Servizio più veloce e con maggiore qualità di immagine."
Demetrio Malara, Innovation Manager Wind

 

Imparare a volare

Autonomous Drones for Wind è un progetto basato sull’innovazione tecnologica che ha un’immediata rilevanza anche per la crescita professionale dei nostri team all’opera nei diversi impianti eolici Usa.

 

"In concomitanza con i test e le verifiche di apparecchiature e soluzioni, stiamo formando sull’utilizzo dei droni le persone che operano nei team di Operation & Maintenance (O&M) di EGP North America."

 

Lo scopo è di costruire e diffondere all’interno dei nostri gruppi di O&M un expertise che ci permetta di realizzare in-house le attività di ispezione di turbine eoliche tramite droni in grado di realizzare volo autonomo.

 

Non solo eolico

In prospettiva, l’esperienza e le competenze maturate nel progetto in corso negli Usa potranno diventare patrimonio comune e tutto il parco di impianti eolici EGP nel mondo ed integrarsi con progetti omologhi che stiamo portando avanti anche nell’ambito del solare e dell’idroelettrico.

 

"Il progetto Autonomous Drones for Wind documenta l’impegno di EGP nell’innovazione e ci spinge a un percorso di miglioramento nell’ispezione dei parchi eolici e non solo."

 

EGP è impegnata per essere all'avanguardia nella tecnologia dei droni, per migliorare le attività dedicate all’operatività e alla manutenzione presso i nostri impianti in tutto il Paese.

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy  Accetta e chiudi