• {{currentSearchSuggestions.title}}
  • {{currentSearchSuggestions.title}}

Parco eolico Lagoa dos Ventos

L’impianto si pone al vertice fra le più grandi infrastrutture energetiche del Brasile e si prepara a sostenere la crescita sostenibile dell’economia e del tessuto produttivo sudamericano.

L'impianto

Il vento soffia forte sul Brasile

Nel cuore dello stato brasiliano di Piauí sta nascendo un impianto da record composto da 230 turbine eoliche: è la centrale eolica Lagoa dos Ventos, il più grande impianto di questo tipo attualmente in costruzione in America del Sud e le sue dimensioni lo rendono il numero uno nel portfolio eolico gestito da Enel Green Power nel mondo. Quando sarà pienamente operativa, la centrale da 716 MW sarà in grado di generare oltre 3.3 TWh all’anno, evitando così l’immissione nell’atmosfera di oltre 1,6 milioni di tonnellate di CO2.

Tecnologia

Eolico

Status

In costruzione

Capacity

716 MW

Produzione

3.3 TWh

Emissioni di CO2 evitate

1,6 milioni di tonnellate in 12 mesi

 

“Enel Green Power considera Lagoa dos Ventos un progetto emblematico per numerosi motivi. È il più grande impianto eolico attualmente in costruzione in America del Sud e per dimensioni, è la centrale numero uno nel portfolio eolico di Enel Green Power. Questo testimonia il potenziale rinnovabile del Brasile e dell’intero continente sudamericano, oltre ad affermare con fierezza il ruolo cruciale giocato dalla nostra azienda nel favorire la transizione energetica su scala globale. A livello costruttivo, questo progetto presenta un grado di difficoltà proporzionale alla sua grandezza e importanza, e grazie all’impegno e dedizione di tutti gli attori in gioco, siamo riusciti a portare avanti i lavori in tutta sicurezza. Inoltre, abbiamo raggiunto un tale livello di innovazione da rendere questo cantiere un modello che ci consentirà di raggiungere nuovi standard di efficienza e implementare nuove tecnologie per i nostri prossimi progetti.”
Roberta Bonomi, Responsabile di EGP in Brasile
Timeline

Milestone

Considerata la grandezza della centrale eolica, EGPB ha progettato una disposizione innovativa delle turbine basata su una valutazione ad alta risoluzione dell’intensità del vento e studiata per ottimizzare l’output energetico dell’impianto. Inoltre, nell’attuale fase di costruzione di Lagoa dos Ventos, EGPB sta usando un mix di strumenti e procedure innovative come macchine di cantiere dotate di sensori di prossimità per aumentare i livelli di sicurezza, droni dedicati a rilevamenti topografici, sistemi di tracciamento smart dei componenti delle turbine eoliche, oltre a piattaforme digitali avanzate e soluzioni software ideate per monitorare e fornire assistenza in remoto alle attività di cantiere e alle procedure di avvio di esercizio dell'impianto. La combinazione di questi strumenti e procedure consente una raccolta dati più rapida, precisa e affidabile, capace di migliorare la qualità costruttiva oltre a facilitare le comunicazioni fra i gruppi di lavoro che operano all’interno e all’esterno del cantiere.

L’avvio dei lavori 

I lavori di costruzione della centrale sono stati avviati con un mese d’anticipo rispetto al cronoprogramma iniziale. Per agevolare le operazioni di cantiere, la ditta di costruzioni ha predisposto un vero e proprio villaggio per ospitare i circa 500 operai e progettisti. Questa si è rivelata una soluzione obbligata considerata la grandezza del cantiere e la sua ubicazione, nel cuore di un territorio distante oltre 500 chilometri del capoluogo Teresina, sprovvisto del numero necessario di posti letto per garantire una sistemazione alle maestranze impegnate nel cantiere.

Avvio dei lavori di costruzione della cabina di trasformazione e linea elettrica da 138 kV/ avvio dei lavori di costruzione della linea elettrica da 500 kV

La potenza erogata dalla centrale eolica di Lagos dos Ventos è tale da richiedere la costruzione di due elettrodotti, rispettivamente di 500 kV e 138 kV. Unendo i due elettrodotti si raggiungerebbe la misura di 118 chilometri, superiore ai circa 101 km di lunghezza rappresentati dalla rete metropolitana di San Paolo, la più grande città del paese.  

L’elettrodotto da 500 kV vanta un totale di 191 tralicci che lo rende il più grande mai costruito da Enel in tutto il mondo, mentre l’elettrodotto da 138 kV si “accontenta” di 52 tralicci. I lavori di costruzione dei due elettrodotti, avviati a maggio, sono coincisi con la posa della prima pietra della cabina di trasformazione da 138 kV. In media, la costruzione di una simile struttura richiede 12 mesi di lavori e si dimostra essenziale per garantire l’avanzamento del progetto. Infatti, la cabina di trasformazione ha il compito di ricevere l’energia generata dalle turbine a un voltaggio di 34,5 kV per poi aumentarlo ad un voltaggio compatibile con quello gestito dal sistema di connessione del gestore di rete elettrica locale (NIS). Tutto questo diventa realtà grazie ai trasformatori che rappresentano i macchinari deputati ad aumentare il voltaggio dell’energia catturata dal vento.

Avvio dei lavori di costruzione della cabina di trasformazione da 500 kV e della linea elettrica a medio voltaggio

La cabina di trasformazione da 500 kv sarà composta da 3 trasformatori di grandi dimensioni mentre la linea elettrica a medio voltaggio avrà una lunghezza totale di 290 km, potendo contare su circa 2,500 pali di sostegno.

In cantiere arrivano le prime turbine eoliche

Questo step della costruzione prevede mesi di lavoro e si svolge per fasi. Il trasporto delle componenti che formano le turbine eoliche ha richiesto oltre 6.200 tragitti svolti da mezzi pesanti. Una parte dei componenti sono stati importate dall’estero e hanno richiesto un trasporto di 836 km fra il porto di Salvador, la capitale dello stato di Bahia, e il cantiere. I piloni di cemento vengono invece costruiti nella municipalità di Lagoa do Barro, all’interno della zona d’influenza della centrale eolica di Lagoa dos Ventos.

L’assemblaggio di questa vera e propria foresta composta da 230 torri eoliche è iniziato ad ottobre del 2019. Ogni torre unisce 6 sezioni principali per arrivare ad un’altezza di 118 metri ed un peso di poco superiore a 1.100 tonnellate. L’assemblaggio di ogni torre ha richiesto circa due settimane di lavoro e l’utilizzo di una speciale gru che permette all’operatore di portare a termine questa delicata operazione a simili altezze.  Ogni turbina, composta dalla gondola, le pale, i rotori, l’alternatore e altri componenti, pesa circa 942 tonnellate.  Se consideriamo le 230 torri eoliche da installare a Lagoa dos Ventos, il loro peso totale raggiunge la ragguardevole somma di 216.000 tonnellate, pari a 36.000 elefanti africani dal peso di 6 tonnellate. Per assemblare il combinato disposto di torre e turbina eolica è necessario affidarsi a 6 modelli diversi di gru.

L’avvio delle attività relative al sistema di connessione

Il sistema di connessione, localizzato nella città di São João do Piauí è il centro nevralgico che unisce l’elettrodotto da 500 kV e la cabina di trasformazione di pertinenza della centrale di Lagoa dos Ventos con la rete elettrica brasiliana (NIS), agevolando così  l’immissione dell’energia pulita generata dalla centrale oltre alla diversificazione del mix energetico del paese. 

Aggiornamento sullo stato dei lavori

Costruzione* 57%

Costruzione* 57% Fase 1 (191 Turbine): 66% Fase 2 (39 Turbine): 3%

Lavoratori** 2,360

Lavoratori** 2,360 Numero totale di operai attivi in cantiere

Comunità 1,175

Comunità 1,175 Numero totale di operai provenienti dalle comunità locali (50% della forza lavoro)

Ore lavoro 5.8

Ore lavoro 5.8 Milioni di ore lavoro

* Ultimo aggiornamento - 19 aprile 2020

** Ultimo aggiornamento - 21 marzo, antecedente alla pandemia Covid

Related content

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy  Accetta e chiudi