Grecia: nuove opportunità di business per le rinnovabili “made in Italy”

Pubblicato mercoledì, 26 ottobre 2016

Il seminario è stato organizzato da Confindustria, in collaborazione con Enterprise Greece e l'Ambasciata della Repubblica di Grecia in Italia, con l'obiettivo di presentare le opportunità derivanti dal piano di privatizzazione adottato dal Governo greco. 

“Il piano di privatizzazione, avviato da Atene nel 2011, ha previsto un programma iniziale pari ad un valore di 22 miliardi di euro.”

Ad aprile del 2016 è stato rinnovato il programma di vendita degli asset governativi che include infrastrutture pubbliche (porti, autostrade, aeroporti, ferrovie), siti di interesse turistico e società pubbliche di gestione dell'acqua, fornitori e gestori di energia elettrica e di gas naturale.

Alcune aziende italiane hanno espresso interesse per l'acquisizione di asset strategici nel paese. Tra queste Ferrovie dello Stato ha recentemente acquisito la società greca che gestisce il trasporto ferroviario. Ulteriori opportunità potrebbero coinvolgere aziende italiane sia sui grandi progetti sia su acquisizioni di dimensioni più ridotte.

Nel corso del seminario Enterprise Greece, l'Agenzia greca per la promozione degli investimenti e del commercio estero, ha presentato inoltre le opportunità di collaborazione e di investimento in alcuni settori specifici: Turismo, Energia, Agroindustria, Real Estate, Logistica, ICT e Life Science.