Toscana: la birra geotermica fa il pieno di premi

Pubblicato Lunedi, 10 ottobre 2016

Le birre prodotte utilizzando il solare geotermico degli impianti EGP in Toscana premiate come eccellenze “made in Italy” di successo

Ancora grandi riconoscimenti per Vapori di Birra, il primo birrificio artigianale in Italia che utilizza il vapore geotermico di Enel Green Power come fonte primaria di energia per il processo industriale.

“La birra, prodotta a Sasso Pisano nel comune di Castelnuovo Val Di Cecina (Pisa), è disponibile in tre tipologie, i cui nomi riflettono il particolare contesto di produzione: la Magma, la Geyser e la Sulfurea.”

La birra Magma ha ricevuto pochi giorni fa la menzione speciale "Birra Italiana dell'anno" riservata ai birrifici più giovani (in produzione dal primo gennaio 2014) durante la cerimonia ufficiale di premiazione della IV edizione del Premio Cerevisia, il concorso riservato alle birre italiane di qualità istituito dal BaNAB (Banco Nazionale di Assaggio delle Birre).

Scopo del BaNAB è quello di valorizzare e promuovere la produzione, il commercio e il consumo delle eccellenze brassicole nazionali.

Il Premio Cerevisia si contraddistingue dalle altre iniziative di settore soprattutto per la sua valenza scientifica, che ne garantisce il percorso valutativo di selezione (esame chimico fisico condotto presso il Cerb e competente giuria di degustazione operante con il metodo del panel test) nonché per la sua matrice di carattere istituzionale, come certificato dal patrocinio del Mipaaf di cui gode l'edizione 2016.

Il 9 ottobre scorso è stata poi la volta del Premio Nazionale Cambiamenti, andato in scena a Pisa in occasione dell'Internet Festival 2016. Hanno partecipato 17 nuove imprese che si sono distinte per aver usato nuove tecnologie, nuovi metodi e sfidato i mercati in modo innovativo. Vapori di Birra si è aggiudicato il Premio "Miglior start up del Made in Italy e della tradizione".

I traguardi ottenuti dal birrificio "geotermico" confermano le straordinarie caratteristiche del territorio toscano dove Enel Green Power, oltre alla produzione di elettricità da fonte rinnovabile, collabora con le Istituzioni locali, con il Co.Svi.G (Consorzio Sviluppo aree Geotermiche) e con il tessuto associativo per iniziative di promozione culturale e turistica. Proprio queste realtà utilizzano le peculiarità del calore reso disponibile dal vapore geotermico per ottenere produzioni di alta qualità, in grado di guadagnarsi simili riconoscimenti.