Cile, Cerro Pabellón ottiene il Seal of Excellence

Pubblicato mercoledì, 4 ottobre 2017

“Siamo lieti di aver ricevuto questo riconoscimento di eccellenza a livello nazionale per il nostro impegno nell’abbattimento dei gas serra, nell’uso sostenibile dell’acqua e nella riduzione dei rifiuti nei locali prefabbricati. Sono molto grato per l'impegno e la collaborazione di Andrés Wolff (Site Manager) e Mario Concha (Coordinatore HSEQ) e delle rispettive squadre nello sviluppo di questa iniziativa.”

– José Muñoz Arias, Business Development & Sustainability di EGP Cile

Un’impronta sempre più green

Secondo i calcoli effettuati sulla base degli indicatori internazionali dell’impronta ecologica, l’area dei locali prefabbricati del nostro impianto fino ad agosto 2017 ha ridotto di quasi il 50% la quantità di gas serra, grazie anche alle iniziative per promuovere una mobilità più sostenibile. Per esempio, coloro che organizzano i propri spostamenti casa-lavoro con più passeggeri in auto, hanno la possibilità non solo di aggiudicarsi un premio ma di contribuire anche al benessere del territorio in cui lavorano.

L’acqua con il contagocce

Sul fronte del risparmio idrico, abbiamo installato degli aeratori, o riduttori di flusso, nei rubinetti dei bagni e in cucina. Si tratta di semplici dispositivi che, immettendo aria, sono capaci di ridurre la quantità di acqua senza ridurre la forza del getto. Considerando che il 6,2% dell’acqua utilizzata nell’area locali è quella che sgorga dai lavandini, questo sistema ha permesso di dimezzare gli sprechi riducendo il consumo del 3,2%.

“Una parte dell’acqua industriale, inoltre, una volta trattata e potalizzata, viene riutilizzata per bagnare le strade sterrate.”

Dagli scarti nascono fiori

Ma le azioni sostenibili non finiscono qui. Abbiamo creato un completo sistema di gestione dei rifiuti che ha permesso agli scarti di vivere una nuova vita sotto altre forme. Abbiamo partecipato al programma di riciclo organizzato nel comune di Calama con 1 tonnellata di bottiglie di plastica, carta e cartone. Inoltre, con il legno riciclato (pallet o misto) sono state realizzate fioriere e veri e propri mobili realizzati dalle comunità locali e dal nostro partner la ONG Sembra: 75 tonnellate di legno che sarebbero andate in discarica, oggi arredano parte del campo e degli spazi delle comunità circostanti. A queste azioni virtuose, si sommano otto metri cubi di compost per concimare le piante che adornano l’area dei locali prefabbricati, mentre il rimanente è stato donato alle comunità locali per coltivare le loro terre e rendere il Cile ancora più verde.