ARE: Accendiamo il dibattito sull’accesso all’energia

Pubblicato mercoledì, 14 marzo 2018

“Con uno sguardo al medio periodo, ci si aspetta che dei 674 milioni di persone ancora senza accesso all'elettricità nel 2030, il 90% vivrà nell'Africa sub-sahariana.”

– Massimo Gaiani – Direttore Generale del Ministero Affari Esteri, Italia

Come risolvere il problema dell'accesso all'energia nelle aree del mondo che più hanno sete di energia?

A questa domanda hanno cercato di dare una risposta i 250 partecipanti alla quarta edizione dell'Energy Access Investment Forum, organizzato da Alliance for rural electrification (ARE) con la partnership di Renewable Energy Solutions for the Mediterranean and Africa (RES4MED&Africa) e Africa-EU Renewable Energy Cooperation Programme (RECP), e che ha visto Enel Green Power come Diamond Sponsor dell’evento.

“Garantire l'accesso globale all'energia è l'unico modo per integrare comunità remote nelle economie emergenti di tutto il mondo. Una strada è sicuramente quella delle reti elettriche centralizzate per le aree urbane, ma per garantire l’accesso all’energia a due terzi delle popolazioni rurali nel prossimo futuro c’è bisogno di soluzioni decentralizzate. È necessario quindi diversificare le soluzioni per soddisfare seriamente il fabbisogno energetico dei paesi in via di sviluppo.”

– Antonio Cammisecra – CEO di Enel Green Power

Uno scenario che trova conferma anche dagli ultimi studi dell’IEA, International Energy  Agency, secondo cui “oltre il 60% di coloro che avranno accesso all’energia entro il 2030 lo faranno attraverso le fonti rinnovabili, per lo più solare e idroelettrico, mentre il ruolo del combustibile fossile diminuirà significativamente dal 70% a meno del 40%”. E questo anche in considerazione del fatto che i costi della tecnologia continuano a diminuire.

“Questa edizione del forum ARE rappresenta anche un'opportunità per gli investitori, gli sviluppatori di progetto e altri stakeholder di scoprire di più su futuri schemi di supporto, prodotti innovativi e nuovi modelli di business per accelerare l'elettrificazione rurale e far progredire il mercato delle energie rinnovabili decentralizzate.”

– Marcus Wiemann, Direttore Esecutivo ARE

Per sbloccare lo sviluppo di soluzioni off grid, è necessario l'impegno delle istituzioni nazionali per semplificare le procedure, rendere le tariffe convenienti e prevedere opzioni economicamente sostenibili in caso di connessione alla rete nazionale.

Solo attraverso un forte partenariato pubblico-privato, si potrà consentire agli investitori stranieri di investire in loco portando non solo una nuova capacità di trasmissione di energia a prezzi più bassi ma anche competenze, know-how e innovazione.

Per l'ultima giornata dell’evento ARE, il 15 marzo, Enel Green Power e Res4Med&Africa offrono ai partecipanti l’opportunità di conoscere da vicino due siti d’eccellenza nel campo dell’innovazione: la fabbrica 3Sun e l'Enel Innovation Lab a Passo Martino a Catania. Parallelamente, presentato il sistema Remote Power Unit (Rpu) di Winch Energy, il sistema di impianto di generazione solare in container impiegato nei progetti rurali mini-grid di Winch nell'Africa subsahariana, che si svilupperà all'interno dello stabilimento.