Anche Enel Green Power al National Geographic Festival delle Scienze di Roma

Pubblicato giovedì, 12 aprile 2018

“Il programma del National Geographic Festival delle Scienze prevede oltre 340 eventi: più di 40 incontri con scienziati di livello internazionale, filosofi, ricercatori, innovatori, artisti e oltre 200 attività educational per bambini e ragazzi.”

Il festival è prodotto dalla Fondazione Musica per Roma e co-diretto da Vittorio Bo e Jacopo Romoli, ed è realizzato insieme a National Geographic, ASI – Agenzia Spaziale Italiana e INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, con il sostegno di Roma Capitale, MIUR – Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, con la collaborazione scientifica di CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche, IIT – Istituto Italiano di Tecnologia, INAF – Istituto Nazionale di Astrofisica e INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, e con la partecipazione di Unesco-L'Oréal e Fondazione Benetton.

Un caleidoscopio di stimoli culturali

Gli appuntamenti sono suddivisi in quattro macro-temi a struttura binaria: “Terra e Ambiente”, “Pensiero e Creatività”, “Società e Legge”, “Tecnologia e Realtà”. Autorevoli accademici internazionali proporranno al pubblico stimolanti riflessioni sul rapporto tra l'uomo e la natura, tra i pensieri e le parole, tra le cause e il tempo. Imperdibile l'evento esclusivo di presentazione di Genius: Picasso, la nuova serie tv prodotta da Ron Howard per National Geographic, con Antonio Banderas nel ruolo del celebre artista. Non sarà presente plastica al festival, perché “sono i piccoli gesti, quelli quotidiani, a produrre i grandi cambiamenti”, per usare le parole di Kathryn Fink, CEO di National Geographic. 

“Il festival terminerà il giorno dell’earth day, il 22 aprile, non a caso. Capire gli effetti delle attività degli esseri umani sotto ogni punto è importante: il mondo è sempre più affollato e noi ci interroghiamo sul come viverlo meglio e preservarlo.”

– Andrea Zaini (Agenzia Spaziale Italiana)

Si punta sull’educational

Il festival punterà molto sul fronte educational, perché appassionando i bambini si coinvolgono le famiglie. E quindi oltre 200 eventi gratuiti per i piccoli di età compresa dai 3 agli 11 anni, già 10.000 prenotazioni per laboratori dedicati agli studenti delle scuole di Roma e ingresso gratuito nei giorni di sabato e domenica per favorire la partecipazione delle famiglie. 

“Durante il Festival sarà allestita la mostra di Fabiano Ventura “Sulle tracce dei ghiacciai - Alla ricerca del passato per un futuro sostenibile” mentre Andrea Fantini, skipper della barca a vela Class 40 Enel Green Power, sarà speaker al panel “Quale futuro per la Terra?”.”

Il vice sindaco di Roma e assessore alla Crescita culturale Luca Bergamo, in sede di presentazione dell’evento, ha sottolineato “quanto sia importante che queste tematiche entrino nella vita civile ordinaria del cittadino. Questo festival, rafforzato dall’adesione del National Geographic e dei partner, è un asset importante per la città di Roma. Spero che non esaurisca la sua spinta nel corso dell’evento ma perduri nel tempo”.