ENEL COSTRUIRA’ 593 MW DI CAPACITÀ EOLICA IN MESSICO A SEGUITO DELL’AGGIUDICAZIONE IN UNA GARA PER LE RINNOVABILI

Published on giovedì, 23 novembre 2017

Il Gruppo Enel si è aggiudicato il diritto di stipulare dei contratti per la fornitura di energia e certificati verdi da quattro impianti eolici in Messico per una durata, rispettivamente, di quindici e venti anni

L’aggiudicazione giunge dopo il successo nelle precedenti due gare lanciate a seguito dell’avvio della riforma energetica in Messico e conferma Enel quale leader nel settore delle rinnovabili del Paese

Il Gruppo investirà circa 700 milioni di dollari USA nella costruzione degli impianti

Città del Messico e Roma, 23 novembre 2017 – Enel S.p.A. (“Enel”), attraverso la sua controllata per le rinnovabili Enel Rinnovabile S.A. de C.V. (“ERinnovabile”), si è aggiudicata il diritto di stipulare dei contratti in Messico relativi alla fornitura di energia e di certificati verdi da quattro impianti eolici con una capacità complessiva di 593 MW, in seguito all’esito della terza gara pubblica di lungo termine lanciata dall’avvio della riforma energetica del Paese. L’aggiudicazione segue il successo di Enel nelle due gare precedenti, confermando il suo ruolo di principale player nelle rinnovabili in Messico, in termini di capacità installata e portafoglio di progetti.

“Siamo entusiasti dell'ennesimo successo in Messico, un mercato fondamentale per noi, e siamo orgogliosi di vedere confermata la nostra leadership nel settore delle rinnovabili del Paese ", ha dichiarato Antonio Cammisecra, Responsabile della Divisione Globale Energie Rinnovabili di Enel, Enel Green Power. "Attraverso questa importante vittoria, contribuiremo in modo significativo a soddisfare la domanda di elettricità da fonti rinnovabili del Paese. Questo è solo un altro passo della nostra strategia in Messico che implementeremo sia con la crescita organica, sia con il modello Build, Sell and Operate (BSO) che valorizza la nostra filiera globale, accelerando la nostra crescita a livello mondiale".

Il Gruppo Enel investirà circa 700 milioni di dollari USA nella costruzione dei nuovi impianti, in linea con gli investimenti previsti dall’attuale piano strategico di Enel. Ciascun progetto sarà supportato da un contratto che prevede la vendita alla Cámara de Compensación del Messico1 di determinati volumi di energia e dei relativi certificati verdi per un periodo, rispettivamente, di quindici e venti anni.

Si prevede che i nuovi impianti entreranno in esercizio nella prima metà del 2020 e che, una volta a regime, produrranno 2,09 TWh annui di energia da fonti rinnovabili, evitando così l'emissione in atmosfera di circa 960.000 tonnellate di CO2 all’anno.

Enel costruirà ad Acuña, nello stato settentrionale di Coahuila, gli impianti di Amistad II e Amistad III, con una capacità installata di 100 MW ciascuno, e Amistad IV, con una capacità installata di 149 MW. Si prevede che Amistad II e Amistad III generino ogni anno oltre 350 GWh per impianto, evitando ciascuno l’emissione in atmosfera di circa 170.000 tonnellate di CO2 l’anno. Amistad IV dovrebbe produrre oltre 510 GWh l’anno, evitando l’emissione di circa 234.000 tonnellate di CO2.
L’impianto di Dolores, con una capacità installata di 244 MW, verrà costruito a China, un comune dello stato nordorientale di Nuevo León, e dovrebbe generare quasi 850 GWh l’anno, evitando l’emissione in atmosfera di circa 390.000 tonnellate di CO2 ogni anno.

Il Gruppo Enel è il più grande operatore nel settore delle rinnovabili del Messico in termini di capacità installata e portafoglio di impianti. Gestisce attualmente 728 MW, di cui 675 MW derivanti dall'eolico e 53 MW dall'idroelettrico; sta inoltre costruendo nello Stato di Coahuila il progetto fotovoltaico di Villanueva (754 MW), il più grande parco solare fotovoltaico in costruzione nelle Americhe e il maggiore impianto solare di Enel nel mondo, e il parco eolico Amistad (200 MW), oltre che l’impianto fotovoltaico Don José (238 MW) nello stato di Guanajuato. Il Gruppo costruirà anche il parco eolico Salitrillos (93 MW) nello stato di Tamaulipas.

Enel ha recentemente concluso gli accordi per la vendita, secondo il modello “Build, Sell and Operate” (BSO), dell'80% del capitale sociale di una holding di nuova costituzione ("Holdco"), titolare dell'intero capitale di otto società di progetto che detengono impianti rinnovabili in esercizio (per complessivi 429 MW) e progetti in corso di realizzazione (per complessivi 1.283 MW) all'investitore istituzionale canadese Caisse de dépot et placement du Québec e al veicolo di investimento dei principali fondi pensione messicani CKD Infraestructura México SA de C.V. In base agli accordi, Enel continuerà a gestire gli impianti in esercizio e completerà quelli in costruzione. Inoltre, dal 1° gennaio 2020, Enel avrà la possibilità di trasferire ulteriori impianti all'Holdco. Per effetto di tali eventuali trasferimenti, potrà quindi incrementare la propria partecipazione nella Holdco sino a diventarne socio di maggioranza. Il perfezionamento dell’operazione, soggetto ad alcune condizioni sospensive usuali e all’ottenimento delle necessarie autorizzazioni da parte delle autorità antitrust messicane, è previsto entro la fine del 2017.

Enel Green Power, la divisione energie rinnovabili del Gruppo Enel, è specializzata nello sviluppo e nella gestione delle fonti rinnovabili in 24 paesi, con una presenza in Europa, nelle Americhe, in Asia, Africa e Oceania. Leader globale nel settore dell'energia rinnovabile con una capacità gestita di circa 40 GW in un mix di generazione che include l’eolico, il solare, il geotermico, le biomasse e l’idroelettrico, Enel Green Power è all'avanguardia nell'integrazione di tecnologie innovative in impianti rinnovabili.


1 L’organismo responsabile della gestione dei contratti di fornitura di energia, previsti dalla gara, fra venditori e acquirenti pubblici/privati.

Eolico | novembre, 23 2017

1671792-1_PDF-1.pdf

PDF (0.36MB)DOWNLOAD