Il cinema a pedali e le eco tecnologie

giovedì, 5 gennaio 2017

“Le strutture interamente eco-sostenibili del laboratorio sono state realizzate in 5 mesi con la partecipazione diretta ai lavori di 50 persone della comunità di Baquedano.”

Il Taller è nato dalla collaborazione con l’Associazione Sembra, organizzazione cilena che promuove lo sviluppo sostenibile delle comunità rurali coinvolgendole in progetti di formazione professionale per lo sviluppo di piccole attività artigianali. 

Il cinema che va a pedali

Il Laboratorio eco-tecnologico è un luogo di aggregazione e formazione rivolto soprattutto alle donne capo-famiglia e agli anziani della comunità.

Negli spazi del centro l’associazione Sembra organizza laboratori di eco carpenteria, per la produzione di porte, finestre, tavoli e sedie, e di bio-costruzione per insegnare a realizzare infrastrutture a basso impatto ambientale, usando terra, plastica riciclata, cartone, cotone e legna di scarto.

“Il primo risultato degli eco-laboratori è il centro stesso: le stanze, i mobili, gli infissi e persino i lampadari sono stati realizzati riciclando materiali di scarto.”

Tutti i visitatori del Laboratorio di eco-tecnologia notano subito tre tandem posizionati sotto il pergolato del cortile centrale: sono le biciclette che contribuiscono ad alimentare la Bicineteca del centro.

Fiore all’occhiello della creatività del Taller, la Biceneteca utilizza l’energia cinetica prodotta pedalando sui tandem insieme a quella ricavata dai pannelli fotovoltaici installati sul tetto.

La sala del cinema, che nel 2017 ospiterà la sua prima rassegna di film, è anche una specie di showroom dei prodotti nati nel laboratorio.

Oltre alle panche costruite usando pallets e ai lampadari ricavati da cerchi di biciclette, lo spazio è decorato con grandi manifesti su legno che ritraggono personaggi del cinema come Harry Potter e Charlie Chaplin.

Tra mobili, giocattoli e gioielli

Nel Laboratorio di eco tecnologia arrivano camice dismesse, bottiglie di plastica, pallets di legno, cartoni: sono tutti materiali destinati al macero che tra le mani degli aspiranti artigiani di Boquedano prendono nuova vita.

“Le attività ospitate nel centro coinvolgono 30 donne capo-famiglia e 21 anziani della comunità locale.”

Le stanze del Taller si popolano ogni giorno di persone che frequentano i corsi per imparare a trasformare carta riciclata e altri sottoprodotti in quaderni, lampade, anelli ed orecchini.

Le prime settimane di attività nel 2016 sono state un grande successo. E per il 2017, oltre ai corsi già avviati, sono previsti laboratori per la lavorazione di gres e ceramica, da trasformare in bigiotteria eco-sostenibile, e di legno da utilizzare per creare oltre che mobili e infissi anche giocattoli.