India: rinnovabili e non solo

Pubblicato martedì, 26 settembre 2017

“Per la prima volta nella sua storia l’India ha registrato un sorpasso epocale dell’energia pulita su quella fossile.”

Il 70% del consumo energetico del Paese resta ancora appannaggio del carbone, ma la tendenza del settore e gli impegni del governo anche verso la comunità internazionale rivelano tutta la concretezza del nuovo corso rinnovabile dell’India.

L'eolico rappresenta il 56% per cento delle rinnovabili installate; il fotovoltaico cresce in MW e competitività con aste al ribasso da record e stime di prezzi al kwh in grado di poter concorrere con le fonti energetiche convenzionali.

In questa corsa verso l’energia pulita dell’India Enel Green Power sta ritagliandosi un ruolo rilevante, coniugando esperienza e innovazione.

Rinnovabili “make in India”

Abbiamo portato al mercato indiano le nostre tecnologie più avanzate e le migliori pratiche globali, basate sulla nostra presenza attuale in 29 Paesi.

Il team di EGP in India è composto da professionisti con una lunga esperienza nel settore delle energie rinnovabili con competenze diversificate che vanno dalle attività tecniche, di progettazione, sviluppo e manutenzione, a quelle di mangament, legali e finanziarie.

“In India EGP gestisce impianti eolici negli stati di Gujarat e Maharashtra con una capacità totale di 172 MW e una produzione annuale totale di circa 340 GWh.”

Il governo indiano vuole realizzare una transizione rapida verso le fonti pulite che porterebbe a soddisfare oltre il 20% del fabbisogno nazionale con energia pulita.

L’obiettivo, per rispettare anche gli impegni presi con l’Accordo di Parigi sul clima, è di installare 175 GW di capacità da rinnovabili entro il 2022: 100 GW di solare e 60 GW di eolico, a fronte dei 12,3 GW (solare) e dei 32,3 (eolico) installati sino a marzo 2017.

Innovazione obbligatoria

L’utilizzo di Big Data per la gestione efficiente di parchi eolici o l’integrazione di sistemi di stoccaggio con campi solari sono la regola nello sviluppo delle rinnovabili in India che nascono sotto il segno dell’innovazione.

Per questo motivo, stiamo sviluppando anche servizi implementati con software, basati su signal trending, modelli statistici e di apprendimento automatico costruiti con le informazioni raccolte dai sistemi Supervisory Control And Data Acquisition (SCADA) e usate per rendere più efficienti gli impianti di generazione.

“Le possibilità di crescita delle rinnovabili sono numerose come le esigenze che l’energia pulita può soddisfare: dall’elettrificazione rurale alle reti intelligenti per alimentare le grandi megalopoli e le industrie.”

Non solo rinnovabili

In India l’economia cresce a un ritmo del 7% annuo e con lo stesso ritmo cresce la domanda di elettricità. “Parliamo di migliaia di megawatt che si aggiungono ogni anno. Questo crea una miriade di opportunità, ma anche una forte competizione, specialmente da parte delle utility locali”, spiega Gu-Yoon Chung, che coordina le attività di new business per Enel nella regione Asia-Pacifico.

“La presenza di EGP rappresenta il primo passo per lo sviluppo di nuovi business per l’intero Gruppo Enel nell’ambito del complesso settore energetico indiano in continuo fermento.”

Il governo di New Delhi ha annunciato l’intenzione di rendere elettrica tutta la mobilità del Paese entro il 2030. Un obiettivo ambizioso che richiede un salto tecnologico su vasta scala per tutta l’India e si unisce ad altre rivoluzioni perseguite nel segno dell’innovazione e della sostenibilità.

Nuova energia e nuove infrastrutture sono esigenze che avanzano di pari passo e per questo le soluzioni mini-grid e off-grid possono rappresentare una svolta sia per sostenere l’economia nazionale sia per portare elettricità agli oltre 300 milioni di abitanti che ancora non vi hanno accesso.

Il cantiere delle rinnovabili in India è stato aperto da poco ma è già grande e continua a crescere. La presenza di EGP nel Paese è il modo migliore per partecipare ad una rivoluzione che si annuncia profonda, vasta e tutta da scoprire.