EGP in Etiopia: l’onda verde dell’Africa

Pubblicato venerdì, 3 novembre 2017

“Con questo primo investimento di 120 milioni di dollari, l’Etiopia diventa il trentesimo Paese nel quale opera EGP.”

Una roadmap per il continente

L’Etiopia ha il potenziale per svolgere un ruolo chiave nella strategia di Enel in Africa, che è già presente in Sudafrica, Zambia, Tunisia, Marocco e Algeria. Una roadmap sostenibile che nel prossimo futuro potrà portare energia rinnovabile anche in altri territori come Senegal e Kenya.

L’elettrificazione del continente africano è infatti una delle grandi sfide per garantire lo sviluppo del continente. Ad oggi ci sono 600 milioni di persone prive d’elettricità e la cifra potrebbe aumentare, stando ai trend di crescita demografica, se non si prendono misure. In un continente ricco di risorse naturali, la regolazione delle singole nazioni è fondamentale per aprire il mercato agli investitori internazionali.

Il governo di Addis Abeba ha lanciato una sfida agli altri Paesi della zona attraverso il Growth and Transformation Plan 2, un piano che mira a raggiungere circa 13 MW di nuova capacità idroelettrica, eolica, geotermica e solare tra il 2018 e il 2025 con l’obiettivo di rispondere alla domanda elettrica.

Il fattore tecnologia

L’energia rappresenta un prerequisito fondamentale per migliorare l’attività economica e la qualità della vita umana in Africa come in ogni altro posto del Pianeta. Intervistato da MF International Focus Antonio Cammisecra, amministratore delegato di Enel Green Power, ha sottolineato che “l’attuale momento storico dell’Africa è paragonabile a quando, molti anni fa, l’Europa iniziò ad usare l’elettricità principalmente come risorsa per l’industria” 

“Un’ Africa senza elettricità è inconcepibile, significherebbe privare un intero continente e una generazione della possibilità di un futuro migliore.”

– Antonio Cammisecra

Oggi, paradossalmente, le opportunità per il continente africano sono maggiori rispetto a quelle dell’Europa di allora. L’Africa potrebbe infatti beneficiare dell’evoluzione tecnologica e innovativa avvenuta negli ultimi anni nel settore e contare su una tecnologia avanzata con eccellenti performance e a costi ridotti, in particolare nel settore rinnovabile.

Il vantaggio delle rinnovabili

Le rinnovabili, siano da solare, eolico, geotermico o idroelettrico hanno un costo sempre più accessibile per via del loro costante sviluppo tecnologico. Ma anche la modularità degli impianti e quindi degli investimenti gioca un ruolo fondamentale, così come il time to market che in caso di progetti rinnovabili è molto breve.

Un impianto da energia rinnovabile, anche se di piccole-medie dimensioni, oltre ad avere costi di avviamento assai più contenuti rispetto a un impianto a gas o carbone, genera subito valore a livello locale, sia per chi usufruisce dell’energia sia per chi la produce. 

“Bisogna uscire dall’ordine di idee di progetti pluriennali per mega-infrastrutture e iniziare a pensare a progetti di taglio medio piccolo ma più numerosi e diffusi, oltre che ad impianti distribuiti.”

– Antonio Cammisecra

La Storia ci insegna che dove sono state create condizioni regolatorie stabili, come in Etiopia e Sudafrica, gli operatori del settore, anche quelli internazionali, hanno trovato un mercato economicamente sostenibile per promuovere le proprie iniziative.