Il Marocco e il futuro delle rinnovabili in Africa

Pubblicato mercoledì, 14 febbraio 2018

“Il Marocco già oggi produce quasi 3 GW di potenza rinnovabile e vuole portare la propria capacità di produzione da fonti pulite al 42% entro il 2020 e al 52% nel 2030”

Ambiente e innovazione

Dal 2000 a oggi il Pil del Marocco è più che raddoppiato e nel 2017 l’economia è cresciuta del 4,1%: riforme e strategie mirano a dare forma a uno sviluppo integrale di industria, infrastrutture, agricoltura, energia e ad attrarre investimenti.

Alcuni osservatori hanno inventato l’espressione “nouvelle vague magrebina” per descrivere il percorso intrapreso dal Paese ormai da diversi anni.

“Ambiente e innovazione sono le due parole chiave del nuovo corso marocchino ed è conseguenza naturale che queste linee guida si incontrino nello sviluppo delle tecnologie rinnovabili.”

Il Paese è stati quasi costretto a scegliere le rinnovabili anche da condizioni obbligate: povero di petrolio e gas vuole raggiungere una maggior indipendenza energetica allontanandosi dai livelli di export di risorse che solo 10 anni fa, nel 2008, lo vedevano costretto a importare il 98% del suo fabbisogno energetico

Sono tanti gli elementi che documentano la scelta green del Marocco che intende anche porsi alla guida della transizione energetica dell’Africa verso le rinnovabili, in primo luogo dei Paesi dell’area mediterranea.

Marrakech, centro economico e hub internazionale del Paese, è sempre più di frequente scenario di eventi dedicati ad ambiente e rinnovabili. L’antica città imperiale è ad esempio la sede di Photovoltaica (13 al 15 febbraio 2018), il congresso internazionale sulle energie rinnovabili ormai giunto alla sua terza edizione che vuole affermarsi come piattaforma continentale per lo sviluppo del solare.

Nel 2017 Marrakech è stata anche lo scenario della COP 22, il summit Onu sui cambiamenti climatici, a conferma del doppio ruolo che il Paese sta giocando sia nell’ambito dello sviluppo delle rinnovabili che di politiche a tutela dell’ambiente.

Costruire la strada verde verso il futuro

Enel Green Power è tra i protagonisti dello sviluppo delle rinnovabili nel Paese in modo integrale poiché è impegnata sia nella crescita della generazione di energia pulita sia nello sviluppo di un adeguato sistema regolatorio nazionale.

“Sono state preassegnate ad EGP le realizzazioni di cinque progetti eolici in Marocco per complessivi 850 megawatt, assieme al gruppo tedesco Siemens e alla società locale NAREVA”

Al consorzio di cui facciamo parte è stato preassegnato nel 2016 il diritto di sviluppare, progettare, finanziare, costruire, gestire e manutenere i 5 progetti ubicati nel sud del Paese. Si tratta di un importante contributo al piano di sviluppo delle rinnovabili marocchine al quale si associa anche il nostro impegno, in partnership con Res4Africa, per studiare la liberalizzazione del mercato elettrico nazionale.

In Marocco portiamo la nostra esperienza e competenza maturata a livello globale unite alla consapevolezza che rinnovabili e innovazione sono la leva dello sviluppo del Paese e dell’intera Africa sempre più candidata a diventare laboratorio a cielo aperto delle energie pulite e delle soluzioni tecnologiche smart.