Un mare di innovazione

Pubblicato giovedì, 29 marzo 2018

“L’unità Marine Energy svolge un'attività che possiamo definire di Exploration invece che Exploitation stiamo infatti cercando di definire la via più efficiente per contribuire alla creazione di un nuovo settore con un potenziale enorme, oltre che aggiungere una nuova fonte rinnovabile al nostro mix produttivo.”

– Fabio Fugazzotto, responsabile Marine Energy Innovation Unit di EGP

Il progresso delle tecnologie della cosiddetta marine energy è legato non solo alla capacità di individuare i siti adeguati per sviluppare progetti di grande taglia, ma anche per alimentare con piccoli devices aree del mondo con poca risorsa, non connesse alla rete elettrica, come alcune piccole isole.

Molto importante è anche pensare allo sviluppo di un quadro normativo stabile che dia chiari segnali a lungo termine per supportare gli investimenti per poter giungere ad uno sviluppo commerciale di tali tecnologie.

Un potenziale ancora inespresso

A differenza delle “sorelle maggiori”, solare ed eolico, la marine energy offre una gamma molto ampia di soluzioni tecnologiche diverse per generare energia. L’estrazione dell’energia dalle onde oggi è possibile, con tecnologie non pienamente “mature”, ma ha un maggior potenziale in termini di disponibilità della risorsa e replicabilità.

“Il potenziale a lungo termine delle onde è quello più elevato, essendo la risorsa diffusa su tutto il Pianeta e in aree spesso vicine agli ambienti antropizzati dove può essere utilizzata l’energia prodotta.”

L’energia delle maree, pur essendo oggi sfruttabili con delle tecnologie più avanzate - è la tecnologia più consolidata tra quelle del marine energy - ha una crescita a lungo termine limitata a causa di vincoli geografici e del potenziale naturale a disposizione inferiore a quello delle onde.

Un cantiere in continua evoluzione

Alla luce di questo scenario Enel sta valutando diverse iniziative dislocate in Europa e in tutto il mondo. Insieme allo scouting di singole soluzioni tecnologiche, abbiamo in corso anche progetti innovativi come il Marine Energy Research and Innovation Center (MERIC), centro di eccellenza per la ricerca e l’innovazione per l’energia marina in Cile creato in collaborazione con la società francese Naval Group, che ha lo scopo di creare condizioni abilitanti allo sviluppo del settore in Cile, incentivando la creazione del know-how e la definizione dell'intera catena del valore.

Nel nostro piano di azione nel mercato dell’energia marina è prevista anche la partecipazione a progetti che assistono e aiutano lo sviluppo di tecnologie innovative affidabili e sicure nell’esercizio, poco costose nell’installazione e performanti in un ampio range di condizioni della risorsa.

Stiamo inoltre partecipando allo sviluppo di tools per identificare potenziali siti d’installazione prevedere eventuali rischi ambientali correlati agli impianti di generazione marini ed ottimizzare la scelta della tecnologia in funzione delle condizioni al contorno.

Per Enel Green Power l’energia del mare è un cantiere globale in continua evoluzione nel quale ogni dettaglio viene vagliato per arrivare alla individuazione della migliore soluzione tecnologica che permetta di liberare l’immenso patrimonio di energia che il mare è pronto ad offrirci.