Sudafrica, dove l’educazione crea valore condiviso

Pubblicato martedì, 10 aprile 2018

“Grazie al progetto con Liter of Light, 60 ragazzi hanno costruito 18 Solar Bottles e 25 fanali, che illuminano ora i villaggi dell’area di Nojoli.”

Nell’ottica dello sviluppo delle piccole e medie imprese e di nuovi posti di lavoro, sono stati avviati nelle principali città sudafricane dei centri di formazione professionale per tecnici specializzati nel settore delle energie rinnovabili.

“Nel primo anno di corsi di formazione professionale, hanno partecipato più di mille persone, tra cui 200 donne.”

Uno dei nostri obiettivi è la creazione di posti di lavoro che possano garantire equità sociale ed essere un reale volano di sviluppo. Pertanto, accanto alla formazione dei tecnici, abbiamo sviluppato un progetto per l’assistenza delle piccole imprese attive nel settore delle rinnovabili in cui responsabili vengono formati sia su aspetti legislativi e fiscali e sia sulla gestione del business.

Digitalizzazione e sviluppo

Connettere, interagire, condividere. Nel mondo di oggi la digitalizzazione e l’acceso alla rete internet sono una delle chiavi dell’educazione, perché permettono a bambini e ragazzi di confrontarsi con la diversità, scoprire realtà nuove e accrescere la conoscenza.

Insieme alla costruzione del parco eolico di Gibson Bay, il nostro più grande impianto alimentato dal vento in Sudafrica che sorge nella municipalità di Kouga della provincia di Eastern Cape, è stato per esempio inaugurato un piano per fornire servizi wi-fi gratuiti agli istituti scolastici della zona grazie all’installazione di hot spot per l’accesso ad Internet.

“A Lephalale, piccolo centro nella provincia del Limpopo, abbiamo raccolto la richiesta del sindaco, donando agli studenti meritevoli 20 laptop e 50 calcolatrici.”

Energia e lotta alla fame

Circa il 12% dei bambini sudafricani sono malnutriti. Eppure, tutti i giorni gli alberghi e i ristoranti del Paese destinano al macero tonnellate di cibo.

La ONG Soul Provider è impegnata ogni giorno per utilizzare gli alimenti che altrimenti andrebbero sprecati e fornisce pasti caldi alla popolazione indigente del Paese.

“Assicurare l’alimentazione stabile ai bambini significa dare loro le energie necessarie per studiare, giocare e vivere l’infanzia.”

Attraverso il Soul project, Enel Green Power collabora con la ONG per fornire ogni settimana 3500 pasti a bambini e ragazzi presso le mense scolastiche.

Se ben nutriti, i bambini studiano meglio e la presenza di un pasto caldo contribuisce ad abbassare la soglia di abbandono scolastico, innescando un processo virtuoso di Creazione di valore condiviso con al centro l’istruzione.