Parola di sondaggio: le aziende preferite dai consumatori sono sostenibili

Pubblicato lunedì, 29 aprile 2019

I consumatori si dimostrano indecisi nell’individuare chi dovrebbe assumersi la responsabilità di affrontare temi complessi come il riscaldamento globale, considerato che circa un quarto della platea è convinta che le grandi aziende siano chiamate a farsi carico di proporre soluzioni in grado di rispondere a questa sfida.

Queste crescenti preoccupazioni sulle sorti del pianeta stanno spingendo molte importanti realtà industriali americane a diventare “green” tramite l’istituzione di ambiziosi programmi di sostenibilità. Enel Green Power è in prima fila per aiutare i propri clienti a raggiungere questi traguardi grazie alla fornitura di energia rinnovabile proveniente da numerose centrali situate nel continente nord americano.

Secondo Georgios Papadimitriou, Direttore di Enel Green Power North America, le imprese di ogni grandezza possono acquistare energia rinnovabile a prezzi competitivi per poter fare la differenza nella lotta contro i cambiamenti climatici.

“Ogni azienda, dalle grandi corporation globali alle piccole imprese, può giocare un ruolo fondamentale sul tema della sostenibilità, mentre i consumatori sono parte attiva in questo scacchiere tramite le loro decisioni d’acquisto. Siamo orgogliosi di collaborare con le aziende che saggiamente scelgono di operare per il bene del nostro pianeta, migliorando la sostenibilità del loro business e allo stesso tempo, incoraggiando i propri clienti a sfruttare il loro potere d’acquisto per sostenere questo cambiamento.”

– Georgios Papadimitriou, Head of Enel Green Power North America

I consumatori sono disposti a pagare di più per la sostenibilità

Il sondaggio ha determinato come oltre la metà dei consumatori americani siano convinti che i prodotti di filiera sostenibile hanno un costo più elevato. Per quanto, gli impegni verso la sostenibilità ambientale sostenuti dai partner commerciali di Enel Green Power, ovvero, brand noti al grande pubblico come Anheuser-Busch, Kohler, Facebook, T-Mobile, Starbucks e Google hanno il duplice effetto di garantire risparmi economici e di ridurre a monte l’impatto ambientale dei consumatori attraverso metodi di produzione veramente sostenibili. 

Firmando i PPA (Power Purchase Agreement) con Enel Green Power, queste aziende non si sono limitate a sottoscrivere accordi di fornitura energetica, bensì, hanno incorporato l’energia rinnovabile nei loro processi aziendali e produttivi. A titolo d’esempio, l’azienda di telecomunicazioni T-Mobile punta ad alimentare il proprio business al 100% da energie rinnovabili entro il 2021, con un risparmio previsto sui propri costi di approvvigionamento pari a 100 milioni di dollari per i prossimi 15 anni.

All'evento #EnelFocusOn che si è svolto a New York, le aziende partner di Enel Green Power si sono riunite con le migliori menti del mondo produttivo per discutere del ruolo della sostenibilità nelle decisioni d’acquisto dei consumatori. Jodi Harris, Vicepresidente del settore Marketing di Anheuser-Busch, ha confidato come il leader mondiale della produzione brassicola abbia ormai fatto della sostenibilità un vero e proprio cardine della propria strategia aziendale.

“Il nostro obiettivo è sempre stato quello di rendere gli Stati Uniti il paese con la migliore qualità di vita al mondo. Crediamo che il modo migliore di raggiungere questo obiettivo sia quello di produrre dell’ottima birra che abbia anche il merito di ridurre l’impatto ambientale della nostra società.”

– Jodi Harris, Vicepresidente del settore Marketing di Anheuser-Busch

Le aziende possono aiutare i consumatori a ridurre il proprio impatto ambientale

Dal sondaggio emerge inoltre come due americani su tre sarebbero disposti a mettere in atto scelte di vita improntate alla sostenibilità, dando priorità a prodotti e servizi offerti da aziende sostenibili che appoggiano attivamente delle cause ambientaliste. Inoltre, circa la metà degli americani affermano di essere disposti a pagare di più per un prodotto sostenibile e fra questi, la metà lo pagherebbe dal 3 al 5 per cento in più.

Cyrus Wadia, un esperto di fama mondiale in sostenibilità ambientale, in qualità di oratore principale dell’evento, ha illustrato le modalità con cui le aziende stanno rispondendo alle istanze di questa armata di consumatori eco-consapevoli.  

“Le aziende sono obbligate a relazionarsi e a sviluppare sinergie in un’ottica di sistema, invece di affrontare il mercato in solitaria. Del resto, ogni giorno le scelte dei consumatori possono fare la differenza.”

– Cyrus Wadia, ex Vicepresidente della Nike e consigliere della Casa Bianca

Il processo produttivo dei prodotti che usiamo nella vita di ogni giorno richiede immense quantità di energia e di materie prime e questo dato di fatto rende le nostre decisioni di acquisto più importanti che mai. Le aziende si trovano in una posizione unica per guidare la lotta contro i cambiamenti climatici e la spinta del pubblico americano verso un futuro sempre più sostenibile continuerà a stimolare il mondo produttivo a trasformare in realtà i propri obiettivi sul tema della sostenibilità.

 

Lo studio è stato condotto dall’istituto KRC Research tra il 14 e il 17 marzo 2019 con un sondaggio on-line tra 1004 adulti maggiorenni residenti negli Stati Uniti.