• {{currentSearchSuggestions.title}}
  • {{currentSearchSuggestions.title}}
{{navigationCta.name}}

Panama, la terra di mezzo protesa verso un futuro sostenibile

5 min.

Panama, la terra di mezzo protesa verso un futuro sostenibile

Ponte tra due continenti e corridoio di passaggio tra due oceani, Panama assume un ruolo sempre più centrale per il futuro del Continente americano, puntando decisa sull’energia rinnovabile.

{{ item.title }}
{{ item.content }}

Tre milioni di anni fa, lo stretto istmo di Panama emerse dal mare, cambiando il mondo per sempre. Ha diviso un oceano e unito due continenti, innescando uno degli eventi geologici più importanti nella storia della Terra.

Da allora, questo stretto ponte naturale - che unisce l’America centrale e il Sud America e allo stesso tempo collega l’occidente con l’oriente - ha assunto un ruolo di crocevia nella storia del continente, affermandosi come luogo di scambi di specie naturali e come teatro di incontri tra un’ampia gamma di culture.

 

Un paese proiettato verso il futuro

Molto prima che la città assumesse un ruolo commerciale ed economico di primo livello grazie al Canale di Panama – meraviglia ingegneristica visitata ogni anno da più di un milione di persone e che, da sola, costituisce il 10% del PIL del paese – è proprio da qui che salpavano le prime navi  che diedero il via ai fiorenti scambi commerciali tra il Vecchio e il Nuovo Mondo.

Oggi, grazie ad un sistema di riforme che hanno dato forma ad uno sviluppo economico molto più equilibrato rispetto ad altri paesi del continente, Panama è la città più ricca dell’America Centrale e vanta il secondo centro finanziario più grande dopo Hong Kong.

Privilegiata da un clima caraibico (mite durante tutto l’anno), da un’eccezionale ricchezza di risorse naturali e da una singolare molteplicità culturale (incoraggiata dall’atmosfera di tolleranza e armonia tipica di una zona di passaggio), Panama è anche un centro turistico di fama mondiale con una presenza costante di visitatori da tutto il mondo.

E grazie agli investimenti su industria, infrastrutture ed energia, è sempre più una nazione moderna e proiettata verso il futuro.
 

Panama-EGP: una storia colma di successi

In un paese così ricco di opportunità, l’energia rinnovabile è il propellente ideale per alimentare uno sviluppo più sostenibile e far compiere il salto di qualità al sistema produttivo nazionale.

L’energia idroelettrica è la principale fonte di energia rinnovabile a Panama, ma negli ultimi anni la matrice energetica è stata diversificata con l’introduzione delle tecnologie energetiche rinnovabili più recenti. In particolare, a partire dal 2014 gli investimenti nell’energia solare ed eolica sono cresciuti notevolmente.

Presenti in questo Paese come Gruppo Enel già nel 2006, anno in cui il Gruppo ha assunto la gestione del più grande impianto di generazione panamense (300 MW), la centrale idroelettrica Fortuna, siamo oggi il principale produttore di energia solare del Paese, con un totale di 62 MW di capacità installata e operativa.

Attualmente, contiamo sette impianti fotovoltaici a Panama: la centrale fotovoltaica Chiriquí da 12 MW, nonché il complesso solare fotovoltaico Sol Real, composto da cinque impianti (Caldera Solar, Sol de David, Sol Real, Milton Solar e Vista Alegre) distribuiti tra le province di Chiriquí e Coclé, che insieme generano complessivamente 42 MW. A luglio 2018, abbiamo completato la costruzione di Estrella Solar, il nostro ultimo impianto fotovoltaico (da 8 MW) realizzato a Panama.
 

Nestlè e First Climate

Il successo di questi progetti ci ha permesso di accrescere la nostra capacità di creare relazioni commerciali, tagliando altri grandi traguardi. Negli ultimi anni, infatti, abbiamo segnato il più alto volume di vendite nel settore commerciale e industriale del Paese e raccolto il primato per numero di grandi clienti contrattualizzati, come dimostra il Power Purchase Agreement (PPA) firmato di recente con Nestlè.

Di recente abbiamo inoltre sottoscritto sempre a Panama un accordo per la vendita di certificati internazionali di energia rinnovabile (I-REC) con First Climate, una società tedesca di consulenza con vasta esperienza nei mercati delle certificazioni di energia rinnovabile. L’accordo ha rappresentato la prima transazione, con una controparte diversa dai cosiddetti grande clienti, relativa alla vendita di I-REC a Panama da parte di una società di fornitura energetica.

Enel Green Power è stato il pioniere dello standard I-REC a Panama, ottenendo l'autorizzazione in materia dalle autorità locali già nel novembre 2019. Successivamente, gli impianti di Fortuna ed Estrella Solar sono stati certificati proprio secondo lo standard I-REC.

Articoli correlati

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy  Accetta e chiudi