• {{currentSearchSuggestions.title}}
  • {{currentSearchSuggestions.title}}
{{navigationCta.name}}
7 min.

Control room: digitalizzazione e innovazione per centri di eccellenza anche da remoto

Riorganizzazione dei team e dei turni di lavoro, creazione di sale di backup, telecontrollo da remoto. Sono queste le soluzioni attuate da Enel Green Power per far fronte alla situazione di emergenza e continuare a gestire tutte le unità di produzione da remoto.

{{ item.title }}
{{ item.content }}

Gli sforzi del passato fruttano nel presente. Il percorso intrapreso nell’ottica dell'innovazione continua e le soluzioni digitali che abbiamo messo a punto nel corso degli anni sia infrastrutturali con il Cloud, che con dotazioni al personale (smartphone e PC portatili per operare da casa), ci consentono oggi di gestire al meglio la crisi legata al Covid-19 e di ottimizzare il ruolo delle control room: quei mega computer che consentono di bilanciare i flussi di energia tra domanda della rete e la disponibilità della fornitura da fonti rinnovabili, con benefici per la stabilità della rete stessa e per i clienti.

In aggiunta alle misure di sicurezza per la salute delle nostre persone e dei nostri collaboratori, Enel Green Power ha rafforzato le proprie control room, duplicando le linee di turno, predisponendo sale di backup, anche in casa, utilizzando tutti i dispositivi a disposizione per un telecontrollo da remoto e adottando rigorose soluzioni per garantire una protezione assoluta ed efficace contro eventuali attacchi informatici.

Le misure predisposte nelle Control Room dei nostri impianti rinnovabili in tutto il mondo hanno permesso a EGP di continuare a gestire da remoto, 24 ore al giorno e sette giorni su sette, tutte le unità di produzione, così come le sottostazioni elettriche.

 

Anche le Control Room di back-up stanno a casa

In Italia l’elevato numero di impianti - più di 500 centrali - e di infrastrutture civili associate - dighe, canali, gallerie – rendono particolarmente critica l’attività di teleconduzione, che viene eseguita da 5 Control Room distribuite sul territorio nazionale. L’operation di ognuna delle control room è stata raddoppiata tra la control room principale e quella di back-up. Qui, per far fronte all’emergenza, sono stati riorganizzati i turni e raddoppiati i team nelle control room primarie e in quelle di back-up e sono stati predisposti i sistemi di accesso remoto sicuri per operare da casa in modalità smart.

 

“La forte riduzione e la difficoltà di previsione della domanda di energia elettrica legata all’emergenza Coronavirus ha comportato un incremento del fabbisogno di riserva e dei servizi di regolazione per la rete. Stiamo cerchiando di rispondere al meglio a queste sfide spingendo sulla flessibilità del nostro parco hydro anche nel nuovo assetto di funzionamento condizionato dall’emergenza.”

- Giovanni Topo, Responsabile Dispatching Centers & Water Planning, EGP Italia

 

Anche in Spagna, dove è stata duplicata la control room centrale eolico-solare di Madrid, la sala di back-up a Santiago de Compostela, sono stati attuati gli stessi protocolli.

 

“La situazione inedita che stiamo vivendo ci ha costretti a mettere in campo soluzioni eccezionali come ad esempio la duplicazione delle Control Room, volte a mitigare l’impatto del Coronavirus sulle nostre attività in modo da garantire stabilità al sistema e gestire i 119 impianti eolici e solari della Spagna, oltre alle 100 sottostazioni elettriche associate, mantenendo gli elevati standard di efficienza.”

- Belén Herrero Lorente, Responsabile Control Room Eolico, Solare e Biomassa, EGP Iberia

 

In Grecia abbiamo garantito il telecontrollo da remoto e creato delle sale controllo di back-up nelle abitazioni. Si tratta di un’azione già applicata in altre situazioni di emergenza e replicata con successo anche ai tempi del Covid-19.

 

“L’emergenza è sopraggiunta durante una fase di transizione delle nostre control room. I sistemi di back-up che avevamo creato hanno permesso di trasferire le attività nelle abitazioni degli operatori, creando dei centri di controllo autonomi. I nostri colleghi stanno lavorando con maggior impegno, rafforzando le comunicazioni con i team tecnici di Operation&Maintenance, con l’obiettivo di continuare a garantire un servizio essenziale alla comunità. È una soddisfazione constatare che il loro sforzo ci ha permesso oggi di essere preparati ad affrontare un momento così critico.”

-Taschounidis Timotheos, Responsabile Control Room, EGP Grecia

 

Uno scambio continuo di informazioni a garanzia di un servizio eccellente

Anche oltreoceano, in Nord America, le attività delle control room di Enel Green Power non si sono mai fermate. Ad esempio, nello stato del Nevada, attraverso la sala di controllo di Fallon continuiamo a gestire tre impianti geotermici, due parchi solari e il nostro innovativo impianto geotermico Cove Fort, a Sulphurdale, nello Utah, la prima centrale di grande taglia al mondo in grado di integrare con successo tecnologie geotermiche e idroelettriche.

Nella control room dell’impianto di Stillwater gli operatori hanno adottato le migliori misure di sicurezza, come la riorganizzazione dei team, il distanziamento sociale, la sanificazione degli spazi comuni e la riprogettazione dei turni per ridurre il numero di colleghi operativi, con l’obiettivo di contenere la diffusione del Covid-19 e, al contempo, garantire la produzione di energia.

 

“Nonostante le difficoltà della situazione attuale, la Control Room di Stillwater sta affrontando al meglio questa sfida. I colleghi della sala di controllo stanno dimostrando un forte impegno verso la sicurezza e la produzione di energia e, grazie agli strumenti di comunicazione a disposizione, sono sempre in contatto con i siti di costruzione.”

-Jon Hauptfuhrer, Control Room Operations Manager, Nevada - Enel Green Power North America

 

Anche nella control room di Andover, Massachusetts, grazie agli strumenti digitali sviluppati prima della pandemia come laptop con macchine virtuali e software di connessione da remoto, la comunicazione tra sala di controllo e team negli impianti è rimasta invariata. I membri del team ricevono feedback giornalieri da coloro che lavorano sul campo per garantire che tutte le modifiche all’organizzazione del lavoro siano prese in considerazione, mantenendo elevati gli standard qualitativi.  

 

“In questo momento così difficile, i colleghi hanno dimostrato determinazione soprattutto considerando la necessità di completare il proprio lavoro con lo stesso livello di eccellenza ma avendo un diverso tipo di supporto in loco.”

-Chris Corr, Control Room Operations Manager, Massachusetts, Enel Green Power North America

 

Un esempio virtuoso in questo campo rimane quello della Control Room in Cile, l’unica in grado di monitorare le 4 tecnologie in contemporanea grazie alle più recenti tecnologie nel campo dell’automazione, dei sistemi di comunicazione e di visualizzazione dei dati. Dalla sua inaugurazione, la sala è in grado in ogni momento, 24 ore su 24, per tutti i 365 giorni dell’anno, di garantire e supportare la produzione di energia rinnovabile in tutto il Paese.

In questa emergenza sanitaria stiamo dimostrando ancora una volta una grande resilienza, che permette di adattarci ed essere pronti e reagire con successo a tutte le sfide che si pongono sul nostro cammino, garantendo la produzione di energia sostenibile di cui le comunità hanno bisogno ora più che mai. 

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy  Accetta e chiudi