• {{currentSearchSuggestions.title}}
  • {{currentSearchSuggestions.title}}

Operation & Maintenance: la sfida del quotidiano

5 min.

Operation & Maintenance: la sfida del quotidiano

Il lavoro dei team che si prendono cura degli oltre 1200 impianti in esercizio nel mondo. Esperienze e competenze capaci di rispondere in tempi record anche alle emergenze più difficili, come nel caso delle alluvioni in Cile.

{{ item.title }}
{{ item.content }}

Le piogge torrenziali dell’Amazzonia, i venti da record dell’Oklahoma, i rigidi inverni sulle vette delle alpi in Italia e il clima “marziano” del deserto di Atacama in Cile. In molte delle località dove sorgono gli impianti di Enel Green Power nel mondo, le condizioni climatiche e la forza della natura si manifestano in tutta la loro potenza.

I team di Operation & Maintenance (O&M) di EGP, impegnati negli oltre 1200 impianti che abbiamo in esercizio, si confrontano costantemente con la forza della natura e gli imprevisti che essa genera. È un lavoro paziente e quotidiano, ma tutt’altro che una routine.

A loro il compito di farlo operare al meglio, in modo continuo, garantendo il pieno funzionamento di ogni singolo componente, che siano pannelli solari, turbine eoliche, pozzi geotermici o condotte forzate.

Quando finisce la gara contro il tempo per la costruzione di un impianto ne inizia una nuova, non meno complessa e impegnativa. I team di Engineering & Construction (E&C) passano il testimone a quelli di O&M e si apre un nuovo capitolo: nuove regole e competenze da mettere in campo, nuovi obiettivi e nuovi imprevisti. Resta il filo rosso rappresentato dalla natura che chiede rispetto e lancia ogni giorno le sue sfide.

 

Quel giorno in cui ha piovuto su Marte

La regione di Atacama, nel nord del Cile, è nota per essere una delle più aride del Pianeta: nelle zone desertiche, le temperature arrivano a 40° e il livello di aridità è tale da rendere difficile lo sviluppo di forma di vita vegetale.

Eppure, in questo angolo di Marte sulla Terra, all’alba del 12 maggio di quest’anno si sono abbattute piogge torrenziali che non si vedevano da quasi un secolo. Solo nella città di Antofagasta, in appena 24 ore, sono scesi dal cielo fino a 23.6 mm di pioggia quando la media è di circa 1,7 mm: come se in un solo giorno fosse caduta la pioggia che mediamente cade in 14 anni.

L’alluvione inattesa ha creato danni e anche vittime. Per i membri dei nostri team di Operation & Maintenance (O&M) che lavorano nei cinque impianti solari di EGP della regione è stata una vera prova, contro la forza della natura e contro il tempo.

Pioggia, fango e detriti hanno costretto in piena emergenza i campi fotovoltaici di Chañares, Carrera Pinto, Lalackama, Pampa Norte e Diego de Almagro. I pannelli sono rimasti danneggiati e gli impianti hanno subito forti riduzioni alla produzione.

 

"Lavorando 24 ore su 24, i nostri team di O&M hanno avuto bisogno di solo due giorni per riportare a pieno regime 4 impianti su 5 e ripristinare i 321 MW complessivi di generazione."

 

Proseguendo a ritmi serrati, con turni operativi 7 giorni su 7, hanno riportato i campi solari alla situazione precedente l’alluvione in circa due mesi.

 

Gioco di squadra per rispondere all’emergenza

Ad Atacama, la differenza l’hanno fatta le persone e uno schema di intervento ben rodato, che ha visto protagonisti soprattutto i team di O&M Cile, con il forte supporto dal Central O&M.

La reazione immediata si è tradotta nella formazione di gruppi di lavoro paralleli e un impegno h24, 7 giorni su 7. Le squadre si sono concentrate subito sulle zone maggiormente colpite, per poter incrementare la potenza il prima possibile.

Agli interventi sul campo si sono affiancati quelli di supporto delle altre funzioni, come Health, Safety, Environment & Quality e Procurement. Infine, la conoscenza del mercato e dei partner strategici hanno permesso di coinvolgere nelle operazioni i contractor più adeguati alle esigenze eccezionali del momento.

 

"Le piogge torrenziali che hanno sorpreso e sconvolto le aride distese della regione di Antofagasta sono un esempio degli imprevisti e delle emergenze che la natura può riservare ogni giorno nei nostri impianti."

 

L’elenco degli eventi straordinari che avvengono in America Latina come in Europa è lungo e cambia di luogo in luogo. Ci sono le inondazioni che colpiscono il Mato Grosso dove sorge il complesso idroelettrico di Apiacás, i venti che superano anche i 200 Km/h tra le turbine eoliche in Oklahoma, le abbondanti nevicate che scendono sulle dighe nelle Alpi italiane.

I tempi da record con cui le squadre di O&M del Cile hanno risposto all’alluvione di maggio sono frutto di un mix di competenze ed esperienze comuni ai team che si prendono cura degli impianti di EGP nel mondo.

Ogni località ha la sua storia e la sua sfida che i nostri team di O&M raccolgono e affrontano. Perché ogni evento straordinario messo in scena dalla natura chiede un impegno e una capacità altrettanto straordinarie per rispondere.

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy  Accetta e chiudi