• {{currentSearchSuggestions.title}}
  • {{currentSearchSuggestions.title}}

Spagna: Un viaggio tra i nuovi impianti entranti in funzione nel 2019

5 min.

Spagna: Un viaggio tra i nuovi impianti entranti in funzione nel 2019

Un viaggio “virtuale” alla scoperta dei nuovi impianti di Enel Green Power entrati in funzione in Spagna nel 2019 e che ci permettono di aggiungere 851 MW di eolico e solare nel Paese.

{{ item.title }}
{{ item.content }}

Dal sole cocente dell’Estremadura e della Murcia al vento che soffia forte nella regione della Galizia, dell’Aragona e della Castiglia e León: la Spagna è il paese delle energie rinnovabili.

E all’abbondante disponibilità di risorse naturali bisogna aggiungere una legislazione favorevole e un piano energetico ambizioso: arrivare al 74% di rinnovabili la capacità elettrica totale entro il 2030.

Enel Green Power, che con 19 nuovi impianti in esercizio può contare su una significativa presenza nel Paese, è da sempre in prima linea per sostenere il governo iberico nel raggiungimento dei propri obiettivi di transizione energetica. E negli ultimi mesi del 2019 abbiamo accelerato per la costruzione di un vero sviluppo sostenibile.

A settembre, abbiamo collegato alla rete il parco solare di Totana, da 85 MW, nella Murcia.

Nel mese di ottobre, invece, è entrato in funzione il parco eolico da 50 MW di Sierra Costera I, il più grande impianto del suo genere nella Regione di Aragona.

Tra novembre e dicembre, infine, Enel Green Power ha connesso alla rete più di 10 impianti sostenibili, che hanno una capacità complessiva di circa 390 MW. Di questi, 252 MW vengono da tecnologia solare, mentre i restanti 138 MW dall’eolico.
 

Nella penisola iberica, l'energia eolica cresce sempre di più

La prima tappa del nostro viaggio è l’Aragona, dove, nella provincia di Saragozza, abbiamo connesso alla rete gli impianti eolici Campoliva I, da circa 35,99 MW, Campoliva II, da 39,37 MW e Primoral, da 34,65 MW.

Campoliva I, la cui costruzione è avvenuta in tempi da record e ha richiesto un investimento di 40 milioni di euro, è formato da 11 turbine che saranno in grado di generare 108 GW/h all’anno evitando l’immissione in atmosfera di circa 71.000 tonnellate all’anno di CO2.

Campoliva II è composto da 15 aerogeneratori e sarà in grado di generare 119,43 GW all’anno evitando l’immissione in atmosfera di 78.500 tonnellate all’anno di CO2.

Primoral, infine, aiuterà BBVA a raggiungere i propri obiettivi di sostenibilità entro il 2025 ed è composto da 10 turbine eoliche che produranno 107.58 GW all’anno ed evitaranno l’immissione in atmosfera di 71.000 tonnellate all’anno di CO2.

In Galizia, invece, nella provincia di Lugo, EGP ha connesso alla rete Reformado de Pena Ventosa, da 8 MW, il nostro primo parco eolico a entrare in funzione nella comunità autonoma spagnola. L’impianto, che ha richiesto un investimento di 9,3 milioni di euro, sarà in grado, grazie ai suoi 4 aerogeneratori da 2 MW ciascuno, di evitare l’immissione in atmosfera di 16.500 tonnellate di CO2.

Spostandoci nella comunità autonoma di Castiglia e León, raggiungiamo la provincia di Burgos dove, nei comuni di Cogollos e Hontoria de la Cantera, il parco eolico di Ampliación los LLanos da 20 MW ha iniziato a produrre energia. L’impianto, la cui costruzione ha richiesto un investimento di 23 milioni di euro, èformato da 10 turbine da 2 MW ciascuna e sarà in grado di generare 78 GW/h all’anno ed eviterà l’immissione di circa 51.500 tonnellate di CO2 in atmosfera.
 

Il sole che illumina la Spagna

L’ultima tappa del nostro “viaggio” è la regione dell’Estremadura, dove Enel Green Power ha connesso alla rete 6 nuovi impianti fotovoltaici da 42 MW ciascuno, per un totale di 252 MW.

I nuovi impianti fanno parte dei 339 MW che EGP si è aggiudicata nell’asta del 2017.

I tre impianti a Logrosán - BaylioDehesa de los Guadalupes Furatena – sono composti da circa 372.000 pannelli fotovoltaici e saranno in grado di generare più di 240 GW/h all’anno, evitando l’immissione di 158.000 tonnellate di CO2 in atmosfera.

Invece, gli altri tre impianti a Casas de Don Pedro e Talarrubias - JavalvillarValdecaballero Castilblanco – sono composti da oltre 372.000 moduli che saranno in grado di generare circa 250 GWh all'anno, evitando l'emissione annuale di oltre 164.000 tonnellate di CO2 in atmosfera.
 

Con un occhio sempre attento alla sostenibilità

La costruzione degli impianti è stata basata sul modello di cantiere sostenibile di Enel Green Power che prevede l'installazione di pannelli solari fotovoltaici sul sito per coprire parte del fabbisogno energetico. Sono state inoltre implementate misure di risparmio idrico, come l'installazione di serbatoi d'acqua e sistemi di raccolta dell'acqua piovana. Una volta completata la costruzione, sia i pannelli fotovoltaici che le attrezzature per il risparmio idrico saranno donate alle comunità locali.

In linea con il modello di creazione di valore condiviso (CSV) adottato da Enel Green Power, che mira a combinare lo sviluppo del business e le esigenze della comunità locale, abbiamo portato avanti progetti di sostenibilità finalizzati alla creazione di posti di lavoro.

Come dimostrano questi esempi, Enel Green Power ha confermato il lavoro svolto negli anni precedenti investendo in nuovi progetti a supporto della transizione energetica. Obiettivi che rimarranno in prima linea anche per il nuovo anno e in quelli a venire.

Articoli correlati

Questo sito si avvale di cookie analytics e di profilazione, propri e di terzi, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy  Accetta e chiudi